MASSIMA SOLIDARIETA’ A FEDERICA EPIS, SOTTO PROCESSO PER UN’OPINIONE

Massima solidarietà  e vicinanza alla cara amica Federica Epis segretario della Lega Nord di Orzinuovi condannata a pagare 14.000 €, pignorandole il suo stipendio da impiegata, per aver usato il termine “clandestini” in un suo comunicato nel quale denunciava un presunto arricchimento delle COOP sull’accoglienza dei migranti.

Questo è l’aggiornamento sulla vicenda, pubblicato da Antigone comitato “io sto con Federica Epis”:

Incredibile amici del Comitato, oggi è arrivato a Federica Epis l’intimazione di pignoramento sullo stipendio per QUATTORDICIMILA EURO!

La richiesta di sospensiva, con udienza in calendario a settembre, è stata del tutto ignorata. Federica, lo ricordiamo, è stata condannata a pagare un RISARCIMENTO non per aver diffamato qualcuno ma perchè alcune cooperative si sono sentite DISCRIMINATE dalle sue parole e per aver usato il termine CLANDESTINO. Federica ha espresso un’OPINIONE e per questo è stata condannata. Convinti che la libertà  di parola sia uno dei diritti fondamentali della persona continueremo questa battaglia a fianco di Federica.

IL SINDACO DI TORRE DEL GRECO, ARRESTATO PER CORRUZIONE, NON E’ ISCRITTO A “NOI CON SALVINI”

Capisco che a molti nemici o “amici” faccia comodo attaccare Matteo Salvini e la Lega Nord, ma definire leghista e Salviniano tale Ciro Borriello (sindaco di Torre del Greco arrestato per corruzione) solo perchè dopo aver cambiato molti partiti aspirerebbe ad entrare in parlamento salendo sul carro di “Noi Con Salvini”, senza essere nemmeno tesserato, mi sembra troppo. Questo però conferma che andare a fare politica in certe aree espone alla quasi certezza d’imbattersi in personaggi poco raccomandabili, per cui terrei ben distinta la Lega Nord da altri movimenti. Un Belsito ci ha messo nei guai, basta che un poco di buono esprima apprezzamenti sulle nostre proposte e la macchina anti-Lega Nord si mette in movimento, figuriamoci a quanti rischi ci esporremmo imbarcando sotto uno stesso simbolo centinaia di potenziali trafficoni.

SE LE NAVI DELLE ONG “RIBELLI” NON POSSONO RAGGIUNGERE I PORTI CI PENSA LA GUARDIA COSTIERA

Siccome “Medici senza Frontiere” non ha sottoscritto l’intesa con il Viminale, una sua nave non viene fatta entrare nel porto di Lampedusa. Quindi viene fatta tornare indietro con il suo carico di presunti clandestini? NO, i presunti clandestini vengono trasbordati su due unità  della Guardia Costiera, che completano il servizio di TAXI del mare verso le coste italiane con tutti i rischi e i costi connessi.

In pratica hanno spacciato l’accordo con le stesse ONG come una dura presa di posizione contro chi, con la scusa di soccorrere i migranti, favorisce l’immigrazione clandestina e gli affari delle organizzazioni di scafisti, ma in realtà il “lavoro” delle organizzazioni ribelli viene completato dalla Guardia Costiera italiana.

Qui di seguito pubblico un estratto della notizia riportata dal sito del Corriere della Sera:

Mentre non si fermano le polemiche sul codice di condotta e sui salvataggi delle ong in mare, oltre 127 migranti sono sbarcati a Lampedusa. I soccorsi sono stati effettuati dalla Vos Prudence, la nave di Medici senza Frontiere, al largo della Libia. Poi, dopo il trasbordo sulle due motovedette della Guardia Costiera i migranti sono stati portati nel porto di Lampedusa. «Le operazioni si sono svolte in modo regolare», ha spiegato Msf in una nota. (Fonte: Corriere della Sera)

I GRILLINI DOVREBBERO SCENDERE DAL PIEDISTALLO

Non sono contro il Movimento 5 Stelle sempre e comunque, ma sono infastidito dalle bugie che i grillini usano per screditare gli altri, come quando hanno accusato la Lega Nord di non aver votato contro i vitalizi. Secondo me dovrebbero scendere dal piedistallo, sia per i loro numerosi indagati che per un altro aspetto che quasi nessuno considera. Nel 2013 hanno ottenuto un buonissimo risultato eleggendo 163 “cittadini” parlamentari promettendo di spazzare via i vecchi partiti ed eliminare i privilegi, da allora 40 sono usciti dai gruppi parlamentari del Movimento (25%) e sono entrati in quelli dei vecchi partiti o nel gruppo misto, senza più nemmeno l’obbligo morale di rinunciare ai privilegi stessi (Fonte Openpolis). Questo non fa altro che confermare la mia convinzione secondo cui ogni cittadino è onesto fino a quando viene beccato, ed il Parlamento è lo specchio esatto di una società  fatta di brava gente ma anche di bugiardi e malfattori.

L’ACQUA C’E’, LA MANUTENZIONE ALLA RETE IDRICA NO

In questi giorni sentiamo tanto parlare dell’emergenza idrica, a causa del caldo stagionale accompagnato da precipitazioni scarsissime o assenti.

In questa tabella interessante e aggiornata all’anno 2015 (fonte ISTAT) vengono riportati anche i dati sulle perdite idriche delle reti di distribuzione di acqua potabile nei comuni capoluogo di regione. A quanto pare non manca l’acqua ma la manutenzione alla rete idrica, il che trasforma un’innegabile siccità in un’emergenza continua. Anche in questo caso vengono evidenziate differenze tra le varie aree della penisola.

Cliccare sull’immagine per vederla a grandezza naturale.

APPROFONDIMENTI SULLA CONDANNA DI MASSIMO BOSSETTI

Come avvenuto per altri casi (strage di Erba), non si ha la pretesa di sostituirsi a chi ha il compito di giudicare e nemmeno di avere la verità in tasca, ma la condanna di Massimo Bossetti per l’omicidio di Yara Gambirasio ha lasciato una serie di ragionevoli dubbi.

Il nostro bravo Giulio Cainarca, dai microfoni di Radio Padania Libera, ha approfondito l’esito della sentenza con l’aiuto di esperti.

Qui di seguito potrete ascoltare le due parti della puntata andata in onda oggi 24-07-2018.

 

FERMATE I VOLTAGABBANA DELLLA POLITICA

Politici voltagabbana che saltano da uno schieramento o da un partito all’altro, votano leggi dannose, oppure nonostante condanne pesanti hanno ancora voce in capitolo (ad es. Formigoni). Finche ci saranno forze politiche disposte ad accoglierli, o anche solo accettarli come alleati sperando in qualche voto in più, il malcostume non finirà  e crescerà la disaffezione della gente per bene. Spero che alle prossime elezioni gli elettori puniscano pesantemente chiunque non avrà  il coraggio di rifiutare accordi con questi personaggi.

EMMA BONINO CONFERMA ACCORDO SBARCHI IN ITALIA

Ecco un nuovo breve video con alcune affermazioni dell’ex Ministro Emma Bonino, la quale conferma l’esistenza di un accordo che prevede l’arrivo dei presunti profughi sulle coste italiane. La Bonino parla anche della modifica della legge Bossi-Fini, anche se è noto che aveva come principio fondamentale quello di accogliere solo chi ha una casa e un posto di lavoro, tra l’altro quella legge non è quasi mai stata applicata. Da fine 2011 ci sono governi di centro sinistra, quindi se avessero voluto modificare leggi per consentire una miglior gestione dei flussi migratori avrebbero avuto tutto il tempo.

Per guardare il video cliccare sul link sottostante:

http://bit.ly/2sAw7cz

 

 

RENZI COLLEZIONA FIGURE DI CIOCCOLATA

Sulla pagina ufficiale del PD su Facebook hanno pubblicato questa immagine, per anticipare un brano del libro di Matteo Renzi. Il risultato è che ora i sinistri sono incazzati, divisi tra chi accusa Renzi di usare gli argomenti della Lega Nord e chi accusa i suoi addetti ai social di aver sbagliato a rendere pubblico questo suo pensiero. Ridicoli.

 

 

Già che ci sono pubblico anche il commento che ho lasciato sulla pagina ufficiale di Facebook di Silvio Berlusconi, sotto ad un post nel quale accusava il PD per la proposta della legge sullo IUS SOLI e in generale sulla sua attività di governo. Per leggere il testo cliccate sulla foto.

 

 

SBARCHI: EMMA BONINO SMASCHERA IL GOVERNO E IL PD

In un’intervista Emma Bonino ha dichiarato che fu il governo Letta, nel quale lei è stata Ministro degli Esteri, a chiedere che dal 2014 al 2016 gli sbarchi di immigrati avvenissero sulle coste italiane.

L’attuale Ministro della Giustizia Andrea Orlando si è trovato a commentare l’affermazione della Bonino, ed anche se in evidente imbarazzo ha dovuto ammettere che si proposero per la gestione del fenomeno, perché in quel periodo molti immigrati poi attraversavano le nostre frontiere per raggiungere altri paesi.

Evidentemente fu una delle tante leggerezze commesse dagli ultimi governi, perché la situazione è sfuggita di mano, ed anche a seguito dell’allarme terrorismo molti paesi accettano di accogliere solo profughi identificati ed accertati. Di conseguenza è inevitabile che chi non ha un’identità confermata deve rimanere in Italia, nonostante gli attuali governanti cerchino d’incolpare i paesi che si oppongono ad aprire i loro porti e fingano di fare la voce grossa.

Ecco il breve video con le dichiarazioni di Emma Bonino ed il commento di Andrea Orlando: