DIRITTO DI INSULTO

Sembra che Santoro ed i suoi amici si divertano a criminalizzare la gente del nord ed i politici del centro-destra, in particolare della Lega Nord, istigando così allo scontro sociale.Quanto accaduto nell’ultima puntata di Anno Zero, nella quale un immigrato ha dato del delinquente a Roberto Castelli, è la logica conseguenza di questo clima. E’ anche molto grave il fatto che, mentre quando un esponente della Lega usa termini forti viene accusato su ogni TG e si aprono dibattiti, quando in una trasmissione del cosiddetto servizio pubblico televisivo si insulta un membro del governo nessuno condanna il fatto. Ora che è tornato al governo Berlusconi, Santoro alza i toni e, secondo me, vorrà tirare la corda al massimo, pronto a fare la vittima del regime di destra nel caso si prendessero provvedimenti drastici nei suoi confronti.

OMBRE SINISTRE

Veltroni era convinto della rimonta in campagna elettorale, che lo avrebbe portato a vincere le elezioni. Nonostante abbia poi preso una batosta, sia a livello nazionale che nella sua Roma, lui doveva a tutti i costi diventare premier, così ha formato il “governo ombra”. Ora potrà giocare a fare il Presidente del Consiglio, ma una cosa mi incuriosisce particolarmente: a cosa serve in un governo ombra il Ministro per l’attuazione del programma? Non ci sarebbe da meravigliarsi se incontrassimo il loro Ministro per le infrastrutture in un negozio di giocattoli ad acquistare escavatori e gru elettriche. Marco Scaglia, PADANIA.

DOV’E’ LA PRIVACY?

Io non sono daccordo sulla pubblicazione dei Redditi sul sito dell’Agenzia delle Entrate, ne quelli dei cittadini comuni, ne quelli dei VIP, ne quelli dei politici. L’Italia è un paese pieno di invidiosi, di maligni, di persone che giudicano il prossimo in base a quello che ha, o in questo caso in base a quanto ha dichiarato. Se dichiari di guadagnare tanto, sei quasi sicuramente uno sfruttatore, un poco di buono che non considera chi ha di meno. Se dichiari di guadagnare poco sei quasi sicuramente un evasore o uno straccione da prendere in giro. C’è anche la curiosità morbosa tra vicini di casa, parenti, colleghi e la pubblicazione di questi elenchi non ha nessuna utilità pratica. C’è poi la tanto sbandierata privacy, che per legge o no dovrebbe essere un diritto sacrosanto.

MONUMENTI A VELTRONI

Secondo me bisognerebbe costruire monumenti in onore di Veltroni, infatti da quando ha avuto l’idea di creare il Partito Democratico ha ottenuto grandi risultati. Sono iniziati malumori nella ex-maggioranza che hanno portato al suo sgretolamento ed alla caduta del governo Prodi, con la prevedibile vittoria del centro-destra con un ampio margine. La sua scelta di isolare la sinistra del suo schieramento ha portato alla scomparsa dei comunisti e dei verdi dal Parlamento. Per fare tutto questo si è dimesso da sindaco di Roma, portando la Capitale ad elezioni anticipate e consegnandola al centro-destra con Alemanno. Veltroni diceva “si può fare”, ma nessuno poteva immaginare che riuscisse a fare così tanto in così poco tempo.

DISOCCUPATI SCOMPARSI

C’è una questione che vorrei fosse chiarita dal prossimo governo, perché secondo me è importante. Fino a pochi anni fa si parlava molto del tasso di disoccupazione nel sud Italia, che in alcune zone raggiungeva più del 50% tra i giovani, poi, con l’aumentare dell’immigrazione extracomunitaria, diminuiva l’attenzione sulla disoccupazione interna. Anzi, si giustificava e si giustifica l’apertura delle frontiere con la necessità di manodopera. I disoccupati del sud sono miracolosamente scomparsi o ci stanno solennemente prendendo in giro da anni? La cosa strana è che questa domanda non se la pongano ne le associazioni di disoccupati, ne i politici del sud. Marco Scaglia, PADANIA.

VECCHIE NOVITA’

Veltroni diceva che il PD sarebbe andato da solo, anche se poi si è alleato con Di Pietro e con i Radicali, perché con i partiti che hanno portato al fallimento il Governo Prodi è impossibile governare. A Brescia, così come in molte altre realtà, alle elezioni amministrative il PD si è alleato con tutti i partiti della coalizione fallimentare, ma promette ai cittadini di amministrare bene la città senza il rischio di contrasti interni. Veltroni diceva anche che nel PD esiste la regola secondo la quale, per rinnovare la classe politica, non possono essere ricandidati i Parlamentari con alle spalle 3 legislature, salvo molte eccezioni, tra le quali la moglie di Fassino. L’UDC di Casini, anche se continua ad attaccare il PDL e la Lega, sostiene i candidati del centro-destra in moltissime elezioni amministrative, dimostrando che i valori e le idee sono importanti, ma se il rischio è di rinunciare alle poltrone si può far finta di niente. Poi si chiedono perché molti elettori sono disorientati o indecisi. Marco Scaglia, PADANIA.

IL NUOVO CHE AVANZA

La grande novità di questa campagna elettorale è il Partito Democratico del Neo politico Valter Veltroni che, precedentemente, ha avuto solo qualche contatto esterno con la politica. Infatti è stato solo esponente del PCI, Direttore dell’Unità, esponente e segretario del PDS, esponente dei DS, sindaco di Roma per 2 volte. Tra le candidature del PD si fanno i nomi di alcuni sconosciuti della politica quali: Mino Martinazzoli, Ciriaco de Mita, Antonio Bassolino, Rosa Russo Iervolino, cioè persone della società civile che hanno brillato nelle loro professioni. Alcuni diranno che nemmeno nel centro-destra si brilla per novità. E’ vero, ma almeno loro non fingono di essere politici di primo pelo. Marco Scaglia, PADANIA.