MAI PIU’ SENZA…

Questa pagina è ispirata dalla rubrica “Mai più senza società multiculturale”, realizzata da Pierluigi Pellegrin all’interno del suo programma “Il punto politico”, in onda dal lunedì al venerdì dalle 18,40 su Radio Padania Libera (www.radiopadania.org)

Il tema della rubrica è un resoconto giornaliero dei crimini compiuti dagli immigrati sul nostro territorio, e purtroppo il materiale non manca mai.

Come ricorda spesso il conduttore, l’obiettivo che si vuole raggiungere non è quello di fomentare l’odio verso lo straniero, ma la dimostrazione di quanto sia fallimentare l’idea di avere una società multiculturale ad ogni costo, senza tener conto della possibilità di garantire una vita dignitosa a chi varca più o meno legalmente i nostri confini, ma soprattutto lasciando le “prede” indifese in balia dei malfattori. Prede che molte volte sono loro stesse immigrate, e che devono fare i conti con cattive abitudini importate da loro connazionali, oppure con quelle praticate dai soliti italioti che in quanto a cattivi esempi non hanno nulla da imparare.

Questo appuntamento quotidiano fa imbufalire i servi e gli sguatteri del padrone, per citare un’altra definizione di Pellegrin, i quali considerano un semplice resoconto della cronaca come un affronto, che mette a nudo un modello di società propugnato da chi vuole sfruttare l’immigrazione incontrollata per fini poco nobili. Spesso coloro che vorrebbero cancellare questa rubrica sono gli stessi editori di quotidiani o emittenti radiofoniche, che sguinzagliano i loro sguatteri per tentare di delegittimare chi racconta la realtà, e per farlo usano metodi infami come la menzogna e il gioco sporco, per esempio registrando le trasmissioni di Radio Padani per poi effettuare un taglia e cuci al fine di travisare le dichiarazioni e il contesto.

Sicuramente ci sarà qualche xenofilo, benpensante, difensore dell’accoglienza a spese degli altri, che leggendo s’indignerà e proporrà obiezioni tanto banali quanto stupide, come l’affermare che anche i padani e gli italiani compiono reati. E’ vero, infatti non c’era bisogno di importare nuova manodopera criminale, e poi va rilevato come il 5% del totale della popolazione sia in grado di farsi notare e riempire le pagine di cronaca nera dei quotidiani e dei siti d’informazione di quasi tutte le regioni.

Qui di seguito riporto integralmente le notizie citate nel “Mai più senza…”, così come inviatemi da Pierluigi Pellegrin, e continuamente aggiornate:

Giovedì, 12 Giugno
2014
SPROFONDO
TRIVENETO
Ha ucciso la moglie con
un coltellaccio: dal carcere minaccia anche la
figlia
VICENZA – L’uomo, un egiziano
di 44 anni, lo scorso febbraio aveva ammazzato la donna a coltellate e per
questo era stato arrestato: non contento, ora, ha preso di mira anche la figlia
che lo ha denunciato per stalking. http://www.vicenzatoday.it/cronaca/ha-ucciso-la-moglie-con-un-coltellaccio-dal-carcere-minaccia-figlia.html
LOMBARDIA
INFELIX
Rapina in supermarket, 11 giovani arrestati
DESENZANO (Brescia) – Arrestati 11 giovani tra i 17 e i 22
anni, tutti di origine senegalese, ritenuti i responsabili di una rapina al
supermercato. Durante il colpo gli 11 arrestati avevano anche picchiato una
guardia giurata che stava provando inutilmente a fermarli. Si tratta di giovani
residenti in diverse zone del bresciano. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=568597
 Tentato furto in abitazione: arrestate tre
persone
CIVATE (Lecco) – Arrestati tre cittadini albanesi, tutti con
precedenti di polizia, responsabili di tentato furto in abitazione e resistenza.
http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140612_113000.htm
Sparisce tir con carico di pneumatici, sospetti
sull’autista
MILANO – Il romeno doveva andare in Francia per consegnare le
gomme, ma si è persa ogni comunicazione con lui per alcuni giorni. Ricomparso,
ha raccontato di essere stato rapito, rapinato e rilasicato a Brescia con la
sola motrice. Indagini in corso.
 Nuova ondata di profughi a Milano: 348 siriani accolti
dal Comune.
MILANO – Ennesima ondata di profughi a Milano. “Sono state
assistite 348 persone, di cui un quarto bambini – spiega l’amministrazione –
Questa notte nei dormitori e nelle strutture saranno ospitati complessivamente
oltre 1.000 siriani”. http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2014/06/11/1077666-profughi.shtml#1
 Uccise le tre figlie, tenta
suicidio
COMO – Il 9 marzo aveva ucciso con novanta coltellate nella
sua abitazione del quartiere Chiuso, a Lecco, le sue tre figlie di 3, 10 e 13
anni. La notte scorsa Edlira Dobrushi, 37 anni, originaria dell’Albania, ha
tentato il suicidio nella sua cella.
PADANIA WILD WEST
Scene di violenza
GENOVA – Un ragazzo di soli
19 anni ha completamente perso la testa e dopo un dissidio con la fidanzata, una
genovese di 25 anni, in uno scatto d’ira, ha iniziato a danneggiare la porta della metropolitana. Identificato
l’aggressore, Leonard M., albanese di 19 anni, con pregiudizi di
polizia.Perquisito è stato trovato in possesso di 50 grammi di “marijuana”,
nascosti all’interno di uno zaino.
 “Sequestra” l’auto
dell’ amico a saldo di un debito
LA SPEZIA – Il ladro è
risultato essere un cittadino albanese già gravato da numerosi precedenti
penali. L’ uomo è stato indagato in stato di libertà per il reato di furto.
Scambiato per l’autore
di un furto, viene arrestato per droga
GENOV A- Cittadino nigeriano
di 35 anni, con precedenti di polizia per reati specifici, è stato arrestato per
detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.
 Maxi operazione
antidroga dei carabinieri di Genova: 8 arresti

 

GENOVA – Sgominata
organizzazione albanese dedita allo spaccio di cocaina. In manette sono finiti 6
cittadini albanesi di età compresa tra i 29 e i 35 anni e 2 cittadini italiani.
http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=568652

 

Cattura di un latitante
marocchino per spaccio di droga

 

SANTHIÀ (Vercelli) – Un
giovane clandestino di nazionalità marocchina, residente a Torino – con un
pesante carico di pene da espiare.  Il latitante, Moutahir Kamel, 32 anni, è
stato così tratto in arresto. http://questure.poliziadistato.it/Vercelli/articolo-6-656-68050-1.htm

EMILIA
PARANOICA

Si finse prostituta e complice rapinò cliente,
arrestati
MODENA – Aveva adescato lo scorso ottobre un cliente
fingendosi una prostituta, poi dopo essersi appartata con l’uomo è intervenuto
un complice che ha malmenato il cliente e lo ha minacciato, rubandogli 120 euro.
I due, un 27enne e una 23enne albanese, sono stati arrestati. Secondo gli
investigatori i due potrebbero essere responsabili di altre rapine commesse con
la stessa modalità.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=568554
Via Indipendenza, aggressione al negozio: picchia
commessa poi sputi su clienti e polizia

BOLOGNA – Ha picchiato un commessa, poi sono volate ingiurie
e sputi a vari indirizzi. Così è finita nei guai una 23enne iraniana, che dopo
aver perso le staffe all’interno di un negozio in via Indipendenza è stata
portata in Questura. Nemmeno qui la furia della giovane ha trovato requie.
Caccia al ladro, inseguimento contromano e spari in
città: caos e paura tra i passanti.

REGGIO EMILIA – Si tratta di un 21enne di nazionalità
tunisina. L’uomo, clandestino con numerosi precedenti. E’ stato arrestato per i
reati di tentato omicidio, resistenza aggravata a pubblico ufficiale e furto
aggravato. http://www.ilrestodelcarlino.it/reggio_emilia/cronaca/2014/06/11/1077628-spari-inseguimento-ladro-arresto.shtml
Ricercato in tutta Europa, romeno arrestato nel
reggiano

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – Ricercato in tutta Europa
per una rapina commessa nel 2008 ai danni di un minore, e’ stato arrestato un
romeno di 28 anni: l’uomo guidava una Bmw senza assicurazione, pur non avendo
mai conseguito la patente. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=568612
Attività del personale della Polizia della
Provincia

FERRARA – Tratta in arresto una cittadina nigeriana per il
reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Segnalato un
cittadino rumeno 32enne per il reato di ubriachezza in luogo pubblico.  http://questure.poliziadistato.it/Ferrara/articolo-6-172-68058-1.htm
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”

Via Muratori, la beffa:
i nomadi traslocano ma solo di pochi

GENOVA – Dopo l’ordine di
sgombero, i rom si sono spostati in un’area della società.
IL SECOLO XIX  (12/6/14) –
PAG.29
Aree ex Enichem, spunta
un loft abusivo tra i capannoni

SESTO SAN GIOVANNI (Milano) –
Due famiglie rom hanno occupato un capannone dell’ex area Enichem. La denuncia
dei residenti: “Si sono anche allacciati abusivamente alla rete idrica ed
elettrica”.  http://www.ilgiorno.it/sesto/cronaca/2014/06/12/1077673-enichem-nomadi.shtml
Venerdì, 13 Giugno
2014
SPROFONDO
TRIVENETO
Strapparono un
cellulare a un minore, più di 5 anni in tre
UDINE – La pena più elevata è
stata inflitta ad Alexandru Traian Picu, 25 anni, originario della Romania (da
tempo ai domiciliari): 2 anni e 4 mesi di reclusione, oltre a 600 euro di multa.
Condanne a 1 anno 6 mesi e 400 euro di multa  l’una per Darla Nani, 18 anni, di
Codroipo, e per Isabella Elvira Chieregatti, 29 anni, originaria della Polonia.
MESSAGGERO VENETO (13/6/14) –
PAG.21
Botte ai Cc in caserma
Un giovane arrestato
ARZIGNANO (Vicenza) – La
caserma si è trasformata in un ring per responsabilità di uno straniero che ha
aggredito selvaggiamente i carabinieri. Sorpreso a rubare in un supermercato e
accompagnato in caserma dai militari per gli accertamenti di legge, al momento
di essere sottoposto alla perquisizione personale un immigrato ha scatenato una
colluttazione nel corso della quale due carabinieri sono rimasti feriti e hanno
dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale. Si è poi scoperto che il motivo della
violenza scatenata dell’ivoriano Abdoul Fatahouy Bance, di 22 anni, c’era una
decina di grammi di marijuana, sequestrati dai militari. http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/Home/755222_botte_ai_cc_in_caserma_un_giovane_arrestato/
Clandestino in
escandescenze – In preda all’ira ha iniziato a prendere a pugni le auto in
sosta
TREVISO – A causa della
situazione di profondo disagio che sta vivendo il giovane nordafricano che da
una ventina di giorni ha eletto la zona della piazza, di via Umberto I, di via
Nazario Sauro a propria “residenza”.  http://www.gazzettino.it/NORDEST/TREVISO/treviso_tamponato_ubriaco_ritiro_patente/notizie/742480.shtml

Trova un anello e
domanda soldi
TRIESTE – Un uomo con accento
rumeno ha tentato di truffare un’anziana.
IL PICCOLO (13/6/14) –
TRIESTE PAG.22
Sfondata la vetrata di
una pizzeria da asporto
VENEZIA – MESTRE: Piazzale
Leonardo da Vinci, portati via pochi euro. E una famiglia bengalese: «Ci hanno rubato
tutto».
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(13/6/14) – PAG.22
Si divertono a sparare
con armi soft air a Venezia: denunciati 2 giovani
VENEZIA – Due ragazzi
orientali, rispettivamente di 18 e 22 anni.
LOMBARDIA
INFELIX

Folle inseguimento in tangenziale – Muore tamponato dai
banditi
SAN DONATO (Milano) – Un’auto con tre malviventi nel
tentativo di fuggire da una pattuglia dei carabinieri ha speronato una jeep,
scagliandola oltre il guardrail.  Dentro, senza vita, c’è il corpo di un
architetto di 48 anni, Paolo Armenise. L’auto che l’ha ucciso, piombandogli
addosso a quasi duecento chilometri all’ora. È un’Audi A8 station wagon
intestata a un marocchino che risulta proprietario di altre sessanta macchine.
Un prestanome conosciuto negli ambienti della malavita. A bordo c’erano tre
persone, sembravano nordafricani. http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_giugno_12/folle-inseguimento-tangenziale-muore-tamponato-banditi-53050588-f251-11e3-9d0d-44dc1b5aab8c.shtml

Banda accusata di 100 colpi, 7
arresti
SONDRIO – Sette esponenti di una banda di latinos, sospettata
di oltre un centinaio di colpi fra Emilia, Toscana, Lombardia e Lazio, sono
stati arrestati con l’accusa di furto e ricettazione. http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2014/06/13/banda-accusata-di-100-colpi-7-arresti_f5147b77-8d5e-4530-874f-0989ac724fc1.html
Arrestati 5 albanesi dediti al favoreggiamento e
sfruttamento della prostituzione
BINASCO (Milano) – Quattro uomini ed una donna, tutti
albanesi, dediti al favoreggiamento ed allo sfruttamento della prostituzione.
Nonostante le percosse e le minacce le “ragazze” sono riuscite a sottrarsi al
rigido controllo degli arrestati e a raggiungere la Stazione Carabinieri ove
hanno raccontato le loro vicissitudini dando il via alle indagini.http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140613_112000.htm

Altri 250 arrivi: siriani dirottati nell’hinterland: «I
profughi a Cinisello Balsamo»
CINISELLO BALSAMO (Milano) – Ma il sindaco rosso non li
vuole.
LIBERO (13/6/14) – PAG.41

PADANIA WILD WEST

Guerra di droga a
Cornigliano otto anni per il pusher ferito
GENOVA – Condannato a
complessivi otto anni e quattro mesi di reclusione l’albanese Xhakaj Kreshnik di
35 anni: 4annie4mesi per le lesioni aggravate e per il porto della pistola e
delle munizioni e altri 4anni per la detenzione di circa   dieci chili di
marijuana.
IL SECOLO XIX (13/7/14) –
PAG.19

Denunciati due giovani
fermati a bordo di un auto rubata
CUNICO (Asti) – Denunciato
per furto aggravato in concorso, guida senza patente perché mai conseguita e
rifiuto di sottoporsi ad accertamento sull’uso di sostanze stupefacenti, un
giovane muratore marocchino 24enne, denunciata per furto aggravato in concorso e
false attestazioni rese a pubblico ufficiale, una cittadina romena,  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140613_094000.htm

Lo aggrediscono in quattro, massacrato di botte e
accoltellato
GENOVA – L’uomo, un trentenne tunisino, aveva il volto
tumefatto e una ferita da arma da taglio sul torace. Ha detto di essere stato
aggredito da quattro persone.
ALESSANDRIA –  Saccio di sostanze stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione e la presenza irregolare di cittadini extracomunitari, hashish, complessivamente identificate 98 persone, di cui 67 straniere.  http://questure.poliziadistato.it/Alessandria/articolo-6-11-68074-1.htm

Fanno razzia di bambù per 7mila euro: arrestati tre uomini
VEROLEGNO (Torino) – In manette sono finiti due cinesi di Montalenghe Ljuana Z. e Zuomeng W. di 45 e 50 anni ed un italiano di 32 anni.

Consulta, legge casa discrimina stranieri
AOSTA – L’obbligo di residenza da almeno otto anni in Valle d’Aosta per accedere all’edilizia residenziale pubblica determina “un’irragionevole discriminazione sia nei confronti dei cittadini dell’Unione” sia per i “cittadini di Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo”. Lo ha stabilito la Consulta nella sentenza numero 168, con cui dichiara l’illegittimità costituzionale del requisito di accesso previsto dalla leggere regionale 3 del 2013 ‘Disposizioni in materia di politiche abitative’.

EMILIA PARANOICA
Peruviana uccisa, 30 anni al fidanzato
PARMA – Condannato a 30 anni Alberto Munos, l’ecuadoregno di 22 anni colpevole secondo i giudici di aver ucciso a martellate l’ex fidanzata Michelle Campos Verde, ventenne di origini peruviane. Michelle dopo i colpi alla testa fu definitivamente soffocata da un lenzuolo.

Ladro in appartamento mentre famiglia dorme: preso a cazzotti il padrone di casa
BOLOGNA – Nei guai è finito un cittadino pakistano di 33 anni. L’uomo ha forzato la porta dell’appartamento, entrato all’interno si è ritrovato direttamente nella  camera in cui dormivano i padroni di casa, una coppia di rumeni sulla trentina. Destato la donna, che ha quindi svegliato il marito. A quel punto l’uomo si è buttato sul ladro, afferrandolo per un braccio per bloccarlo. Il  malintenzionato non ha esitato a reagire, sferrando dei cazzotti in faccia al rumeno e ferendolo al volto. L’uomo è risultato avere vari precedenti all’attivo,

Trenta grammi di marijuana nell’incavo di una
pianta
FERRARA – Cittadino di origini nigeriane e di anni 24 in
Italia s.f.d.

Espulso dall’Italia cittadino
rumeno
FERRARA – P.R., cittadino di origini rumene di anni 35, per
motivi di ordine e sicurezza pubblica.  http://questure.poliziadistato.it/Ferrara/articolo-6-172-68086-1.htm

DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”

Pensionato sedotto e
morsicato da una giovane.
SASSO MARCONI (Bologna) –
Brutta avventura di un 82enne. Una giovane romena che prima gli ha chiesto un
aiuto, poi con fare seducente lo ha accarezzato e baciato. L’uomo ha invitato la
ragazza a seguirlo a casa, e poi a scendere in cantina dove, come ha spiegato ai
carabinieri e alla figlia, era sua intenzione prelevare una bottiglia di vino
pregiato per stapparlo insieme a lei. Giunti nel seminterrato la ragazza gli ha
messo nuovamente il braccio intorno alle spalle per simulare un abbraccio. In
realtà invece è così riuscita ad afferrare la catenina d’oro e a strappargliela
dal collo. Il pensionato però è riuscito a afferrare la giovane per i capelli e
trattenerla presso di sè. Ne è seguita una colluttazione con la rapinatrice che
tentava di divincolarsi e il pensionato che mentre chiedeva aiuto teneva il
pugno di capelli ben stretto nella mano. Il parapiglia è durato fino a quando,
pur di liberarsi, la donna ha addentato l’avambraccio che la imprigionava e lo
ha morso fino a quando la stretta si è allentata del necessario per sfuggire
alla presa del malcapitato, che ha quel punto si è messo a urlare. Poche decine
di minuti prima i militario avevano ricevuto segnalazioni di cittadini relativi
all’azione di tre nomadi che stavano molestando gli anziani a passeggio per il
centro. Seguendo le indicazioni avevano individuato due delle rumene, di 25 e 29
anni davanti all’abitazione di un 80enne a cui si erano rivolte con la scusa di
avere qualcosa da mangiare. In realtà una volta entrate in casa gli avevano
rubato un borsello, hanno scoperto i carabinieri fermandole. Subito dopo gli
stessi militari hanno raggiunto l’abitazione del pensionato morso e rapinato, e
anche in questo caso hanno bloccato la nomade. Arrestata per rapina impropria, è
stata processata ieri insieme alle connazionali.

Picchiato il
proprietario dell’appartamento – Rapina: condannati due
fratelli
FIESSO (Venezia) – Condanna a
due anni e quattro mesi di reclusione per i fratelli catanesi Salvatore e
Francesco Restivo – appartenenti a una famiglia nomade installata in un campo a
Ballò di Mirano – autori ad ottobre di una violenta rapina, con tanto di
pestaggio del proprietario dell’appartamento.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(13/6/14) – PAG.31

Donna denunciata per
favoreggiamento
REGGIO EMILIA – Denunciata
una 56enne di origini nomadi per favoreggiamento personale, per un furto in
danno di una cittadina cinese. Aggredivano a scopo predatorio la cittadina
cinese ferma a bordo della propria auto in una via cittadina, e, dopo aver rotto
il vetro di un finestrino, si impossessarono di una borsetta.  http://www.modena2000.it/2014/06/13/reggio-emilia-donna-denunciata-per-favoreggiamento/

L’insediamento di
nomadi, sinti e rom sul territorio comunale, sta preoccupando e non poco gli
abitanti
ROVERETO (Trento) – No alle
micro-aree.
L’ADIGE (13/6/14) –
PAG.29

Degrado e viabilità,
scatta la rivoluzione firmata Bitonci
PADOVA – Massimo Bitonci
annuncia novità sostanziali sulla questione nomadi anche alla luce degli arresti
effettuati mercoledì scorso in via Longhin. Una questione che, soprattutto a
Mortise, dove c’è un altro accampamento in via Bassette, è sentita come
prioritaria da moltissimi residenti. «L’idea è quella di fare un’ordinanza che
limiti la possibilità di campeggiare in città – spiega il sindaco – In pratica,
andremo ad individuare alcune aree in cui i camperisti che arrivano a Padova per
visitare la città, possano tranquillamente sostare».. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/padova_sindaco_bitonci_rivoluzione_degrado_viabilita/notizie/742564.shtml

Alloggi abusivi a
Traversa Portalupa. Gli inquilini saranno sgomberati.
VIGEVANO – Tutti, stranieri
provenienti dal Nordafrica e nomadi di entia Rom. http://www.ilgiorno.it/pavia/cronaca/2014/06/12/1078034-abusivi-alloggi.shtml
Sabato, Domenica, Lunedì, 14,
15, 16  Giugno 2014
SPROFONDO
TRIVENETO

 

Maltratta ex
convivente, 3 anni e 6 mesi

 

TRENTO – Botte ripetute,
minacce puntandole forbici alla gola e una serie di sms di insulti alla mamma di
lei. Sono gli elementi che una giovane trentina ha fornito per l’accusa del suo
ex convivente, 25 anni, originario del Kosovo, condannato a tre anni e sei mesi
di carcere. rinviato anche gli atti alla Procura per indagare sul reato di
violenza sessuale, dal momento che la giovane sarebbe anche stata forzata ad
avere rapporti. http://www.ansa.it/trentino/notizie/2014/06/14/maltratta-ex-convivente-3-anni-e-6-mesi_7ef58cc8-216a-4d22-bf3e-fa5493830159.html

 

 

Allontanato dalla casa
famigliare per maltrattamenti

 

TRIESTE – Cittadino italiano
di origini straniere, I.H., nato nel 1970. L’uomo si è reso protagonista di vari
maltrattamenti nei confronti della moglie e del figlio, che hanno anche
comportato l’insorgere di lesioni gravissime, nonché attacchi anche di natura
psicologica.

 

 

 

 

Rissa tra albanesi,
faccia dilaniata dai pugni

 

TRIESTE – La lite tra i due
era cominciata su un campo di calcio, si sono incontrati in via Giulia e giù
botte

 

IL PICCOLO (14/6/14) –
TRIESTE PAG.19

 

 

Violenta lite per un
posto a tavola: 36enne cingalese accoltella
l’amico

 

CARBONERA (TREVISO) – un
36enne, residente a Padova, senza precedenti penali alle spalle. In una sorta di
raptus omicida, l’aggressore, di origini cingalesi, ha afferrato un coltellaccio
da cucina colpendo il connazionale 49enne che, a suo dire, non voleva cedergli
il posto. L’uomo ha riportato un taglio alla gola e alla coscia, quasi perforata
dal fendente. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/TREVISO/carbonera_lite_accoltella_connazionale_cingalese/notizie/744978.shtml

 

 

Retata di venditori
abusivi – Gli agenti rischiano la rissa

 

JESOLO (Venezia) – La polizia
locale ha bloccato trenta senegalesi armati di bastoni Inviate squadre di
supporto sull’arenile e sequestrati mille oggetti contraffatti.

 

LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(16/6/14) – PAG.16

 

 

Quattro moldavi
denunciati per rissa

 

ROVIGO – Due uomini e due
donne tra i venti e i ventiquattro anni.

 

 

 

Banda di giovanissimi
ruba in spiaggia: identificati e denunciati

 

CHIOGGIA (Venezia) –  M.Y.,
di 17 anni (di nazionalità marocchina), L.M. di 18 anni e C.K. di 18 anni, anche
loro di nazionalità marocchina.

 

 

 

Marocchino minacciato
da due moldavi con pistole e mitra giocattoli

 

PADOVA – Un cittadino
marocchino di 51 anni è stato minacciato da due moldavi, all’esterno di un bar
con una pistola e un kalashnikov. Il nordafricano doveva dei soldi a due
moldavi.  http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/minacciato_pistole_mistra_masi/notizie/746686.shtml

 

 

Fuggono dopo il furto
in casa: ladri inchiodati dalle scarpe

 

COLLE UMBERTO (TREVISO) –
Sono C.L. 41enne di Istrana e G.P. 25 enne albanese, entrambi disoccupati e con
precedenti per reati contro il patrimonio.  http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/TREVISO/colle_umberto_ladri_fuga_impronta_scarpe_presi/notizie/744993.shtml

 

 

Aveva rapinato banca in
germania, arrestato ricercato europeo

 

 

 

Tre ladre arrestate –
Alluminio nelle borse per superare i controlli

 

RUBANO (Padova) – Ungheresi,
senza fissa dimora, Oliverne Csonka Tibor e Zsoltne Olah, entrambe di 35 anni, e
Gabriella Faragona, di 40 anni. Il pubblico ministero ha convalidato l’arresto,
ma poi sono state scarcerate.

 

IL MATTINO DI PADOVA
(16/6/14) – PAG.15

 

 

Falsi figli “importati”
dal Bangladesh

 

VICENZA – Coppia di bengalesi
aveva contraffatto le carte per il ricongiungimento. Condannati a tre anni e sei
mesi: i ragazzi cercavano solo un modo per entrare in italia.

 

IL GIORNALE DI VICENZA
(14/6/14) – PAG.1

 

 

Lavoro nero, blitz Gdf
nel vicentino

 

BRENDOLA (Vicenza) – Sette
lavoratori ‘in nero’, di cui quattro clandestini, tutti cinesi. http://www.ansa.it/veneto/notizie/2014/06/14/lavoro-nero-blitz-gdf-nel-vicentino_1992841f-8da7-4c08-861c-2daf4968b5db.html

 

 

LOMBARDIA
INFELIX

 

 

Donna stalker, è penetrata nell’appartamento dell’ex
scatenando il finimondo 

 

RHO (Milano) –  Bosniaca di 46 anni, arrestata con l’accusa
di atti persecutori nei confronti dell’ex compagno un 48enne italiano. Erano le
4,45, infatti, quando la donna si è presentata fuori dalla sua porta e ha
cominciato a prenderla a calci e pugni, pretendendo di entrare. ”Ti brucio
vivo”, la battagliera signora è riuscita a forzare una tapparella e si è
intrufolata nell’abitazione. Ha cominciato a scagliare per aria ogni cosa le
capitasse tra le mani. Un’azione distruttiva che l’italiano è riuscito ad
impedire con non poca fatica, solo dopo un violento litigio. Alla vista degli
agenti ha risposto con il lancio di alcuni vasi. Ma è stata presto resa
inoffensiva e ammanettata. È emerso che la bosniaca – al cui carico sono
risultati numerosi precedenti per abuso di stupefacenti e reati contro il
patrimonio – ormai da mesi cercava di reintrodursi nell’appartamento. In ogni
modo, anche ricorrendo alla forza.

 

 

 

Finge di abbracciarlo e gli strappa la catenina dal
collo: arrestato un transessuale

 

MILANO – Tre stranieri – un trans peruviano, un pregiudicato
ecuadoriano e uno rumeno – sono stati arrestati. http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2014/06/14/1078814-rapina-transessuale.shtml

 

 

Rumeno arrestato dai carabinieri per rapina e furto.
Denunciata la moglie ed un connazionale

 

OFFANENGO (Cremona) – Arrestato un rumeno di 34 anni,
disoccupato e censurato e denunciato un connazionale di 22 anni per rapina e
ricettazione. Nel corso della stessa indagine è stata denunciata la moglie di 30
anni per reato di furto con destrezza commesso insieme al figlio di 10 anni.
Vittima una pensionata di 75 anni che è stata aggredita, immobilizzata e buttata
a terra per poi essere rapinata dell’orologio in oro. Furto con destrezza di un
nei confronti di una pensionata di 62 anni.

 

 

 

Pluripregiudicato arrestato per
furto

 

PAVIA – Arrestato per furto e detenzione di oggetti atti allo
scasso un cittadino  rumeno, classe 1982,   pluripregiudicato per reati contro
il patrimonio.

 

 

 

Tentata rapina metropolitana Lambrate – Milano,
algerino aggredito da 19enni con coltello 

 

MILANO – Un algerino di 31 anni avvicinato e poi bloccato dai
due 19enni, intenzionati a rubargli lo zaino. http://www.cronacamilano.it/cronaca/52983-tentata-rapina-metropolitana-lambrate-milano-algerino-aggredito-da-19enni-con-coltello.html

 

 

Arrestato cittadino straniero per cash
trapping

 

MILANO – A.R., ventiquattrenne rumeno senza fissa dimora e
con precedenti di polizia. Operazioni di “cash trapping” effettuate su sportelli
bancomat di Fagnano Olona, Samarate e Solbiate Olona. Il “cash trapping” è una
tecnica predatoria che consiste nell’inserire un invisibile blocco nel
meccanismo meccanico di erogazione del contante: in tal modo, senza necessità di
clonare la carta bancomat né di carpire i codici d’accesso, il contante resta
semplicemente trattenuto all’interno dell’apparecchio per essere poi recuperato
alla prima occasione utile dall’autore del delitto, mentre il correntista,
indotto a ritenere che la transazione non sia andata a buon fine per qualche
inconveniente, scoprirà invece che la stessa (digitalmente parlando) risulta
purtroppo correttamente eseguita. http://questure.poliziadistato.it/Varese/articolo-6-652-68140-1.htm

 

 

 

Sperona auto durante inseguimento con la polizia: due
feriti

 

MILAN O – Anche il fuggitivo, 25enne italiano di origini
nordafricane, ha riportato ferite, presumibilmente stava fuggendo perché privo
di assicurazione.

 

 

 

Un africano con 60 auto mai fermato – Così lo Stato è
complice di un delitto – La fuga con speronamento sulla tangenziale di
Milano

 

MILANO – Passano al setaccio le nostre vite poi viene fuori
che il titolare della vettura killer è un prestanome di cui non si erano mai
accorti.  Così muore un onesto architetto.

 

LIBERO (14/6/14) – PAG.14

 

 

Controlli nell’hinterland: arrestati 18
spacciatori

 

MILANO – Il Comando Provinciale Carabinieri di Milano ha
focalizzato l’attenzione sui principali luoghi di aggregazione giovanile in
città e provincia. Controllate 138 persone di cui 37 straniere.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140615_110000.htm

 

 

Sequestrati centodiecimila bracciali “taroccati”:
denunciata la proprietaria di un magazzino

 

MILANO – Donna di origine cinese, Z.Z. di 44 anni denunciata
per contraffazione, non si limitava alla vendita ma comprendeva anche
l’importazione, la distribuzione e l’assemblaggio dei pezzi. http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2014/06/16/1079548-bracciali-contraffatti.shtml

 

 

Ex scalo Fs per profughi siriani

 

MILANO – Il Gruppo FS ha dato la sua disponibilità ad
accogliere provvisoriamente in alcuni locali dei fabbricati dell’ex scalo Milano
Farini, non più utilizzato per le attività ferroviarie, i profughi siriani che
attualmente si trovano alla stazione Centrale. Da mesi sono centinaia i profughi
che arrivano in treno a Milano nella speranza di raggiungere il Nord Europa.

 

 

 

PADANIA WILD WEST

 

 

Con ipnosi sexy
rapinavano anziani – Presa una banda di romeni: due uomini e due
donne

 

GENOVA – Agli anziani
mostravano scollature mozzafiato. Formose e avvenenti conquistavano la loro
attenzione e il complice sfilava collanine, gioielli e braccialetti. In manette
due uomini ed una donna tra i 25 e i 47 anni, mentre una complice di 17 è stata
denunciata. I quattro, romeni, sono accusati di 2 rapine, ma potrebbero averne
compiute altre in provincia.

 

 

 

Aggredisce il gestore
del bar per avere da bere

 

AOSTA – Denunciato per
ubriachezza  C.H. 38enne di origini tunisine. Aveva aggredito il gestore con uno
sgabello. http://questure.poliziadistato.it/Aosta/articolo-6-23-68132-1.htm

 

 

Bolzaneto, ruba nove
bottiglie di whisky e aggredisce un vigilante: arrestata

 

GENOVA – Una romena di 45
anni, in Italia senza fissa dimora e con numerose denunce.  http://www.genova24.it/2014/06/bolzaneto-ruba-bottiglie-di-whisky-e-aggredisce-un-vigilante-arrestata-68588/

 

 

Nordafricano tenta due
scippi

 

GENOVA – Un immigrato
nordafricano di 35 anni è stato arrestato dopo un lungo inseguimento.

 

IL SECOLO XIX (16/6/14) –
PAG.18

 

 

Vendono ai passanti
smartphone contraffatti. Sottoposte a fermo

 

GENOVA – Cittadine rumene,
rispettivamente 36, 39 e 40 anni, a carico delle quali sono emersi precedenti di
Polizia per reati della stessa natura, commessi in diverse regioni italiane.

 

 

 

Furti negli hotel di
lusso – Catturati i turisti ladri

 

GENOVA – Sono una coppia di
insospettabili polacchi.

 

IL SECOLO XIX (16/6/14) –
PAG.18

 

 

EMILIA
PARANOICA

 

 

10 euro alla prostituta: non soddisfatto la prende a
calci e pugni

 

BOLOGNA – Dopo il rapporto si era detto insoddisfatto e
voleva la restituzione di 10 euro. Davanti al secco rifiuto della la prostituta,
una 33enne nigeriana, l’uomo ha cominciato a prenderla a calci e pugni. In
carcere, con l’accusa di tentata rapina aggravata, è finito T. B., romeno di 33
anni.

 

 

 

Studenti del Belluzzi-Fioravanti rapinati in gita
scolastica: arrestato 19enne

 

BOLOGNA – Durante una gita sono stati avvicinati da due
giovani che, sotto la minaccia di un bastone li hanno rapinanti del denaro e
cercato di rubare anche i cellulari. Identificati i due aggressori: M.I., 19
anni, originario del Marocco. Il secondo rapinatore pare non trovarsi più in
Italia. L’accusa, per entrambi, è di rapina in concorso. http://www.bolognatoday.it/cronaca/rapina-trento-studenti-belluzzi-fioravanti-arresto.html

 

 

Cittadino marocchino tratto in arresto per spaccio di
sostanze stupefacenti.

 

RAVENNA – R.S., cittadino marocchino, 47enne, in Italia senza
fissa dimora, pregiudicato, disoccupato, nella flagranza del reato di spaccio di
circa 2,5 grammi di eroina nei confronti di un giovane forlivese. http://questure.poliziadistato.it/Ravenna/articolo-6-435-68119-1.htm

 

 

Stupefacenti: due persone arrestate al parco della
Montagnola

 

 

 

Ruba liquori in un supermercato e spacca il naso al
direttore. Arrestato

 

RIMINI – Un cittadino peruviano di 32.

 

 

 

Rapinano sala giochi a Bologna e si rifugiano a Foggia:
scoperte e arrestate

 

BOLOGNA – Arrestate una 40enne di Medicina e una 30enne di
origini rumene.  http://www.bolognatoday.it/cronaca/rapina-sala-slot-nascoste-foggia-arrestate.html

 

 

Ruba durante il mercato

 

RIMINI – Arrestata una donna romena sorpresa mentre fuggiva
dopo aver asportato il portafoglio ad un’anziana. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140615_121000.htm

 

 

Espulso dall’italia cittadino
rumeno

 

FERRARA – P.R., cittadino di origini rumene di anni 35, il
per motivi di ordine e sicurezza pubblica.  http://questure.poliziadistato.it/Ferrara/articolo-6-172-68086-1.htm

 

 

Occupano un palazzo lesionato dal terremoto: quattro
denunciati

 

CARPI (Modena) – Dormitorio abusivo per stranieri all’interno
di un intero palazzo danneggiato dal terremoto in centro storico, in via
Matteotti. Quattro cittadini magrebini di cui uno clandestino. Tutti e quattro
hanno precedenti penali, chi per furto e chi per spaccio di droga.

 

 

 

Chiede a amico di far esame a suo
posto

 

REGGIO EMILIA – Non sapeva bene l’italiano e ha chiesto
all’amico di sostituirlo all’esame per il rilascio del permesso di soggiorno.
Denunciati due ucraini: un 25enne, che si era sostituito al connazionale, e un
27enne.  http://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2014/06/15/chiede-a-amico-di-far-esame-a-suo-posto_4ab3784a-39a2-4b65-8d07-a15c853b69e4.html

 

 

DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”

 

 

Manette a una giovane
sinti che fingeva di essere addetta al rifornimento – Si sostituiva al benzinaio
e incassava

 

BERGAMO Per cinque volte il
trucco ha funzionato: la donna — una sinti di 47 anni — è fuggita con i soldi
e ai clienti non è restato altro da fare che rimettere mano al portafoglio.

 

CORRIERE DELLA SERA (15/6/14)
– BERGAMO PAG.15

 

 

Il complice mancante
dei quattro arrestati è stato identificato

 

PARMA  – Si tratta di
Giamberto Marcato, 32 anni, sinti come gli altri e residente a Verona, catturato
nei giorni scorsi su richiesta della Procura della Repubblica di Forlì.

 

GAZZETTA DI PARMA (14/6/14) –
PAG.7

 

 

Individuato dai
carabinieri un ulteriore componente della banda di sinti

 

TRENTO – L’operazione
«Mercatone Uno», un altro arresto Nuovo arresto, da parte dei carabinieri,
nell’ambito dell’operazione «Sledgehammer».

 

L’ADIGE (14/6/14) –
PAG.25

 

 

Sotto i portici in
molti hanno notato un aumento di zingari.

 

BOLOGNA – Un problema, quello
degli zingari e dei malviventi, che inizia a preoccupare seriamente i
commercianti.

 

CORRIERE DI BOLOGNA (14/6/14)
P AG.3

 

 

Ricicleria Amsa tenuta
in ostaggio da bande di rom a caccia di rifiuti

 

MILANO – La ricicleria presa
in ostaggio. Con tutti i suoi dipendenti. Dai propri vicini di casa, ovvero i
nomadi dell’accampamento a margine della ferrovia. La situazione è diventata
ingestibile: i nomadi di giorno fermano chiunque sia in fila in auto per
accaparrarsi rifiuti preziosi come schede del computer, vecchi cellulari e pc,
elettrodomestici, qualsiasi cosa abbia dentro rame o altri metalli o possa
essere aggiustato e riutilizzato. Ma se un tempo chiedevano ai cittadini in coda
se volevano dare loro qualcosa, ora sono passati alle molestie e al fai da te.
Aprono da soli bauli e sportelli delle vetture per prendersi il loro bottino e
terrorizzando le persone a bordo. http://www.ilgiornale.it/news/milano/ricicleria-amsa-tenuta-ostaggio-bande-rom-caccia-rifiuti-1028283.html

 

 

Sgombero Sinti a Schio,
Prc: centrodestra copia centrosinistra

 

SCHIO (Vicenza) – Roberto
Fogagnoli, segretario provinciale Partito della Rifondazione comunista –
Sconcertante! Il nuovo governo di centro destra della città di Schio non si è
ancora insediato ufficialmente che ecco, immediatamente, mette in atto pratiche
di esclusione e di repressione, di caccia al diverso ammantandole da azioni di
ordine pubblico. Un gruppo di turisti stranieri, di etnia Sinti (o Rom – poco
importa per il succo del nostro discorso) si ferma sul territorio comunale ed
immediatamente partono pattuglie per notificare a questa gente, cittadini del
mondo, la delibera del Comune che essi non si possono fermare, che essi sono
indesiderati perché ritenuti… cosa? Sporchi, malati, delinquenti? Naturalmente
essi se ne vanno, forse scortati dai vigili urbani, per altra meta, ma non è
chiaro dove potranno fermarsi, viste analoghe ordinanze vigenti nei comuni
limitrofi a Schio e in moltissimi altri comuni della provincia. Noi, Partito
della Rifondazione Comunista ci schieriamo senza alcun dubbio dalla parte delle
persone così vigliaccamente discriminate, represse nel loro diritto alla vita,
allontanate perché diverse”.  http://www.nuovavicenza.it/2014/06/sgombero-sinti-a-schio-prc-centrodestra-copia-centrosinistra/

 

Martedì, 17 Giugno
2014
SPROFONDO
TRIVENETO

 

 

Troppo tifo al bar:
minaccia i clienti con un’ascia e spacca un
tavolino

 

BELLUNO – La partita, troppo
rumorosa ha fatto perdere la testa a un giovane magrebino. Il 25enne, estenuato
dalle urla dei clienti del bar sotto casa, ha afferrato un’ascia e, brandendola,
è sceso minacciando i clienti. Per la rabbia ha anche conficcato l’accetta su un
tavolino, spaccandolo. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/BELLUNO/belluno_lentiai_partita_tifo_bar_magrebino_ascia/notizie/749840.shtml

 

 

Sprangate al parco,
ventenne ferito –  Denunciato un giovane romeno

 

FIUME VENETO (Pordenone) – Un
diciannovenne romeno è stato denunciato per aggressione aggravata. Il giovane,
con il volto coperto da un passamontagna, è andato in un parco della cittadina
dove si trovano abitualmente alcuni ragazzi. Si è avvicinato senza esitazione a
uno di loro e, con una maglietta dentro la quale era stata nascosta una spranga
di ferro, ha colpito un ventenne del luogo, ferendolo però solo di striscio alla
nuca. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PORDENONE/fiume_veneto_sprangate_denuncia_romeno/notizie/750131.shtml

 

 

Tenta il borseggio al
mercato arrestata ragazza di 24 anni

 

MIRANO (Venezia) – La
ladruncola, una ragazza bulgara di 24 anni.

 

LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(17/6/14) – PAG.24

 

 

Ruba 2000 Euro di merce
al centro commerciale con cassa foderata
d’alluminio

 

VENEZIA – MARGHERA: P.I., di
anni 20, cittadina rumena senza fissa dimora. http://questure.poliziadistato.it/Venezia/articolo-6-659-68212-1.htm

 

 

Ruba 150 litri gasolio,
arrestato da cc

 

CAVEDINE (Trento) – Un uomo
di 31 anni, di origine polacca, autodenunciantosi anche per altri tre colpi
analoghi. http://www.ansa.it/trentino/notizie/2014/06/17/ruba-150-litri-gasolio-arrestato-da-cc_93554ff9-8d22-4d7f-beac-a1ff87cf2748.html

 

 

Massaggiatrice cinese
abusiva bloccata dai carabinieri in spiaggia

 

 

 

LOMBARDIA
INFELIX

 

 

Rissa durante un compleanno finisce a colpi di
bottiglia: un uomo grave

 

SESTO SAN GIOVANNI (Milano) – Una festa di compleanno che
rischia di trasformarsi in una tragedia per colpa di una rissa per futili
motivi. Quattro le persone coinvolte, tre uomini di nazionalità romena e una
dona di nazionalità ucraina, tutti noti alle forze dell’ordine. Dopo aver molto
bevuto per festeggiare il compleanno di uno di loro, un 43enne, lo stesso
festeggiato ha preso una bottiglia rotta e ha colpito , un romeno di 44 anni
alla gola. Mentre gli altri due amici, soccorrevano il ferito, l’aggressore
fuggiva a gambe levate.

 

 

 

Si finge travestito e depreda i
clienti

 

RHO (Milano) – Si fingeva travestito per attirare clienti e
rapinarli. La tecnica di R.B. 30 anni, peruviano, gli ha permesso di fare almeno
cinque colpi nel giro di poco tempo.

 

CORRIERE DELLA SERA MILANO (17/6/14) – PAG.5

 

 

Sequestrati 250 kg di hashish per
movida

 

MILANO – Erano destinati alla movida milanese dei Navigli e
delle Colonne di San Lorenzo i 250 chili di hashish sequestrati a Milano. Un
carico di droga di altissima qualità, definita la ‘Juventus dell’hashish’ dai
due trafficanti arrestati (un marocchino di 43 anni e un francese di 45,
incensurati) dal valore stimato di 500 mila euro. http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2014/06/17/sequestrati-250-kg-di-hashish-per-movida_b8fe28d1-7b73-42fd-9002-b5a8c0362373.html

 

 

Arrestato 33enne cittadino moldavo per
furto

 

LECCO – Tratto in arresto un cittadino moldavo, 33enne già
noto alle FF.OO., responsabile del reato di furto.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140617_103000.htm

 

 

Indagine sui jihadisti a Milano – Ma Pisapia gioca con
le moschee

 

Milano – L’Isis sta cercando reclute in Italia. Intanto la
giunta cede spazi agli islamici senza regole chiare

 

LIBERO MILANO (17/6/14) – PAG.41

 

 

Continua il bivacco in Centrale – «Locali inadeguati» –
Palazzo Marino rifiuta gli spazi per i profughi

 

MILANO – Nuova polemica di Majorino con le Fs: «Strutture
degradate».

 

LIBERO MILANO (17/6/14) – PAG.45

 

 

PADANIA WILD WEST

 

 

Sampierdarena: minaccia
i passeggeri del bus con un coltello

 

GENOVA – Passeggeri di un
autobus della linea 1, minacciati da un cittadino egiziano di 56 anni armato di
coltello.  http://www.genovatoday.it/cronaca/minacce-coltello-autobus.html

 

 

Nascondono in casa
oltre 2 chili di droga, arrestati cinque uomini

 

TORINO – Cittadino nigeriano.
Altre 4 persone di nazionalità nigeriana.

 

 

 

Folle corsa su auto
rubata, poi si schianta sulla fascia di rispetto

 

GENOVA – Un romeno di 30
anni, senza fissa dimora, disoccupato, con numerosi precedenti.   http://www.genovatoday.it/cronaca/pra-furto-auto-fascia-rispetto.html

 

 

Prima lascia le galline
dentro l’auto poi aggredisce i vigili, denunciato

 

TORINO – Un cittadino romeno.

 

 

 

Fermo per
ricettazione

 

GENOVA – Cittadino rumeno di
30 anni, senza fissa dimora, disoccupato, con numerosi precedenti per reati
contro il patrimonio e colpito dal divieto di ritorno in diversi comuni
italiani.

 

 

 

Trovata merce per armi
distruzione massa

 

LA SPEZIA – L’operazione è
avvenuta su un cargo cinese. Gli acciai erano destinati a una società libanese
inesistente. http://www.ansa.it/liguria/notizie/2014/06/17/trovata-merce-per-armi-distruzione-massa_c37804b7-cba7-46fc-9d7c-d9f56732b720.html

 

 

EMILIA
PARANOICA

 

 

Tre extracomunitari denunciati per
lesioni

 

REGGIO EMILIA – Lite animata tra più persone in un bar. I
protagonisti erano i titolari del bar, cittadini cinesi padre e figlio di 53 e
26 anni, e  un avventore, un cittadino nigeriano di 24 anni. http://questure.poliziadistato.it/ReggioEmilia/articolo-6-454-68215-1.htm

 

 

Precedenti per spaccio. Espulso

 

FERRARA – I.F., cittadino nigeriano di anni 24, senza fissa
dimora.

 

 

 

Non si fermano i controlli

 

FERRARA – Servizio straordinario per contrastare la
criminalità diffusa, lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti e
l’immigrazione clandestina. 50 identificati di cui 20 di nazionalità straniera.
http://questure.poliziadistato.it/Ferrara/articolo-6-172-68228-1.htm

 

 

Cc recuperano una tonnellata DI rame nel
Bolognese

 

ANZOLA EMILIA (Bologna) – C’era una tonnellata di rame nel
bagagliaio di un’Alfa Romeo 156 con targa francese, bloccata dai carabinieri
dopo un inseguimento. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=569841
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”

 

Nomade arrestato, ai
domiciliari con il braccialetto elettronico

 

IVREA (Torino) – Dopo essere
stato arrestato per furto aggravato in concorso, un nomade di 43 anni, residente
nel campo di via Case Sparse, è diventato il terzo detenuto biellese a essere
dotato di braccialetto elettronico. I due ladri, oltre al biellese un residente
nel Canavese, sono stati colti sul fatto mentre stavano uscendo da un’abitazione
appena svaligiata.

 

 

Nomade pizzicato a
rubare in canonica

URBANA (Padova) – Rimedia 2
anni e 8 mesi Pugno in faccia al parroco. Martin Alberto Catter, ventitre anni,
nomade con domicilio in un accampamento di Legnago, nel veronese, non è però
riuscito a farla franca.

 

IL GAZZETTINO (17/6/14) –
PADOVA PAG.17
Rom quartiere Adriano
Milano, 400 cittadini manifestano contro l’immobilismo del Comune

 

 MILANO – La zona è
costellata da microinsediamenti e occupazioni abusive; tanti i residenti che
hanno venduto, abbandonando il quartiere.

 

 

Fumi tossici dai campi
rom, i cittadini: “Siamo lasciati soli, è una
vergogna”

 

TORINO – I roghi si
verificano almeno un paio di volte la settimana. La nube nera e fuliginosa è
visibile perfino da Venaria.

 

 

Scatta lo sgombero al
Parco – Allontanate le famiglie rom

 

MILANO – Una cinquantina gli
abusivi. Momenti di tensione.

 

CORRIERE DELLA SERA MILANO
(17/6/14) – PAG.5

 

Mercoledì, 18 Giugno
2014

 

SPROFONDO
TRIVENETO

 

Folle di gelosia
accoltella la moglie

 

FRATTA POLESINE (Rovigo) – Ha
tentato di uccidere la moglie a coltellate, colpendola alla schiena. Una donna
di origine marocchina, il marito a, un quarantenne di origine marocchina anche
lui, adirato per un’uscita ‘non autorizzata’ della moglie è andato a cercarla.

 

 

 

Lotta al borseggio nei
vaporetti: 28enne arrestata dai carabinieri

 

VENEZIA – F. C., 28 anni, di
nazionalità serba.

 

 

 

Arrestato un cittadino
romeno condannato per guida in stato di ebbrezza.

 

TRIESTE – G.T. di 27 anni,
condannato in via definitiva per guida in stato di ebbrezza, si era infatti reso
irreperibile. http://questure.poliziadistato.it/Trieste/articolo-6-631-68249-1.htm

 

 

Trasporta abiti conto
terzi ma dice che sono per la caritas, multato

 

 

 

LOMBARDIA
INFELIX

 

 

Ancora choc, donna aggredita tra i cassonetti:
arrestato un clandestino

 

MILANO – Era scesa da casa per buttare la spazzatura nel
cortile del suo condominio, come tutte le sere. Un uomo è sbucato dai cassonetti
è l’ha aggredita, le ha strappato la maglietta e ha tentato di stuprarla.
Vittima una donna di 30 anni che vive a Milano. Il maniaco è un uomo egiziano di
30 anni, Mohamed Shaba, clandestino con numerosi percedenti, che si era
rifugiato tra i cassonetti del condominio per la notte. http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/milano_donna_violenza_sessuale_cassonetti_mohamed_shaba/notizie/751891.shtml

 

 

Svolta nelle indagini – Uccisero un uomo durante la
fuga: 3 arresti

 

MILANO – Speronano un’auto in tangenziale dopo aver forzato
un posto di blocco: fermati tre spacciatori marocchini.

 

LIBERO MILANO (18/6/14) – PAG.45

 

 

La banda albanese dei furti – In Appello le pene si
alleggeriscono

 

MERATE (Lecco) – Si sono sensibilmente ridotte le condanne
rimediate in primo grado dagli albanesi arrestati nel gennaio dello scorso anno
a seguito di una raffica di furti. Argian Markai un anno e quattro mesi di
reclusione ridotta a otto mesi di reclusione. Per Alfred Duraku, 35 anni,
quattro anni, dieci mesi e venti giorni di carcere, e Besnik Spahiu, 27 anni, a
cui era stata irrogata una pena di quattro anni, tre mesi e 10 giorni di
reclusione, la pena è scesa a tre anni. Quattro anni e due mesi infine per Samir
Krasniqi, 35 anni, ritenuto il capo della banda: in primo grado era stato
condannato a sei anni, sette mesi e 24 giorni.

 

 

 

Aggressione all’interno di un negozio di generi
alimentari.

 

BRESCIA – Un cittadino pakistano del 1970, titolare del
negozio, con il volto tumefatto, ha riferito agli agenti che pochi minuti prima
erano entrati nel negozio due uomini, uno dei quali, prese tre bottiglie di
birra, dopo averne aperta una, si è diretto verso l’uscita del negozio senza
pagare. Richiamato dal negoziante è poi tornato indietro ed ha iniziato a
colpirlo più volte al volto e sul corpo, nonostante anche la persona che era con
lui cercasse di calmarlo. B.V., moldavo del 1986, si è mostrato da subito
nervoso, poco collaborativo e con le mani ancora sporche di sangue. http://questure.poliziadistato.it/Brescia/articolo-6-91-68262-1.htm

 

 

Forza braccialetto elettronico: in manette un
marocchino

 

MORBEGNO (Sondrio)  – Marocchino 47enne, per reati inerenti
il traffico di sostanze stupefacenti. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140618_110000.htm

 

 

Arrestati due sudamericani per
furto

 

LECCO – Due cittadini sudamericani, rispettivamente di 24 e
50 anni entrambi gia’ noti alle forze di polizia. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140618_144500.htm

 

 

Prostitute milanesi costrette a spaccio – Rapporto
Caritas Milano, 6 su 10 sono romene

 

 

 

Trasportava 8 clandestini
siriani

 

 

 

PADANIA WILD WEST

 

 

Nascondono il corpo
dell’operaio morto nel cantiere. Dopo cinque anni indagati due
imprenditori

 

VENARIA (Torino) – Il
cadavere di Mihai Istoc, un manovale romeno di 45 anni, venne rinvenuto per
caso, in fase di decomposizione, senza documenti, con la faccia sfigurata.
Rinviate a giudizio due persone. Gli imputati sono piccoli imprenditori edili.
Si tratta di Antonino Marino, 49enne e di Vittorio Opessi, 50 anni, di Venaria.
Secondo l’accusa, Mihai Istoc sarebbe deceduto a causa di un infortunio sul
lavoro, in nero.

 

LA STAMPA (18/6/14) – TORINO
PAG.51

 

 

Sorpreso a rubare nello
staccapanni. Arrestato

 

GENOVA – Furti nei
contenitori per la raccolta degli indumenti usati della Caritas. Cittadino
egiziano di 35 anni, irregolare in Italia, con precedenti per reati contro il
patrimonio e per la violazione della normativa sull’immigrazione. Lo stesso ha
ammesso di commettere abitualmente questi furti per poi rivendere i capi usati
nei mercatini improvvisati di via Turati.

 

 

 

Scoperto deposito di
bici rubate pronte per essere spedite all’estero

 

NOVARA – Novarese di origine
marocchina,  ritrovati 2 ciclomotori, una trentina di biciclette, indagato per
ricettazione e riciclaggio poiche’ le indagini fanno ritenere agli inquirenti
che la refurtiva raccolta fosse periodicamente inviata nei paesi del Maghreb.

 

 

 

Case appuntamento come
centri massaggi

 

CHIAVARI (Genova) –
Quattordici persone sono state denunciate per sfruttamento della prostituzione e
evasione fiscale. L’evasione ammonterebbe a oltre 350 mila euro. Decine di
giovanissime orientali costrette a rimanere ‘in servizio’ fino a 14 ore al
giorno.

 

 

 

EMILIA
PARANOICA

 

 

Operazione “Marco Polo”

 

MODENA – Sequestro di 500 grammi di sostanza stupefacente del
tipo “eroina” e di 2500 grammi di marijuana. Individuato un importante gruppo
criminale, in prevalenza composto da cittadini nordafricani e dell’Est Europa,
dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti.

 

 

 

Ruba capi di abbigliamento. Donna di nazionalità
albanese denunciata

 

 

 

Soldi per ingressi illegali, 3
arresti

 

PIACENZA – Banda specializzata nel far arrivare in Italia
pakistani e indiani con contratti di lavoro fittizi, per i quali gli
imprenditori ricevevano un compenso di circa cinquemila euro. Fra le persone
indagate vi è un funzionario dell’ambasciata italiana in Pakistan. I contratti
di lavoro servivano solo per avere visto per partire e permesso di soggiorno:
poi venivano rescissi. Le ordinanze di custodia sono cinque. http://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2014/06/18/soldi-per-ingressi-illegali-5-arresti_9a8c0bb3-07c4-4462-9376-0ba0160f9a0e.html

 

 

Famiglie senza casa occupano palazzina – Occupanti sono
80, di varie nazionalità. 29 i bambini

 

BOLOGNA – Gli occupanti sono famiglie italiane, cinesi,
marocchine, tunisine, bosniache e sudamericane. http://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2014/06/18/famiglie-senza-casa-occupano-palazzina_9cee6c78-b836-4dff-bc63-7a709cf826c5.html

 

 

DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”

 

 

Sinti  più volte nei
guai per furti in appartamento

 

MANTOVA – Samuel Catter,
30enne non aveva la patente perché revocata.

 

GAZZETTA DI MANTOVA
(18/6/14) – PAG.21

 

 

Partecipanti agli
assalti dei bancomat non di etnia sinti denominati
“gagi”

 

PADOVA – Nelle conversazioni
con la compagna e altre donne dell’organizzazione Erik parla di soldi in gergo
chiamati “love”, di carabinieri detti “bedi”. i

 

IL GAZZEDTTINO (18/6/14) –
PADOVA PAG. 6

 

 

Ubriaco al pronto
soccorso, chiede di andare al bagno e si impicca

 

PADOVA – Tragedia al pronto
soccorso dell’ospedale civile. Un trentacinquenne nomade, con svariati
precedenti di polizia, sotto l’effetto dell’alcol si è presentato di sua sponte
al pronto soccorso intorno all’una di notte. I medici lo hanno visitato, poi se
ne è andato. Ma invece di abbandonare l’ospedale è entrato nel bagno riservato
ai disabili e qui si è impiccato utilizzando la cintura dei pantaloni. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/ubriaco_pronto_soccorso_impiccato/notizie/751989.shtml

 

 

Segnalazioni dei cittadini

 

MILANO – Rom via Palmanova –
via Carnia Milano – Cimiano: “C’erano 5 Volanti della Locale e loro continuavano
a molestare gli automobilisti, certi che nessuno li avrebbe toccati!”.

 

Venerdì, 27 Giugno
2014
SPROFONDO
TRIVENETO
Vigilantes sorprende
tre ragazze a rubare: le spoglia e le violenta
TREVISO – Un addetto alla
vigilanza di un negozio di abiti di Treviso è stato arrestato dalla Squadra
Mobile per violenza sessuale aggravata nei confronti di tre ragazze, una 18enne
e due 16enni, che erano state fermate per il tentativo di furto di una
maglietta.  L’uomo, un nigeriano di 41 anni, dopo averle bloccate il vigilante
le ha portate in una stanza con la scusa di perquisirle. Lo avrebbe fatto
separatamente, una alla volta, facendo togliere a tutte e tre le mutandine,
obbligandole a piegarsi e toccandole pesantemente nelle parti intime. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/TREVISO/vigilantes_arrestato_violenza_sessuale_treviso/notizie/768186.shtml
Nasconde la droga tra i
vestitini della figlia: mamma in manette
PADOVA – Una nigeriana è
stata arrestata dalla polizia per detenzione di sostanze stupefacenti. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/padova_marijuana_nigeriana_arrestata/notizie/768307.shtml
Pesta un passante,
arrestato
FELTRE (Belluno) – Uno
straniero ha presto a calci e pugni un 58enne in stazione.
CORRIERE DELLE ALPI (27/6/14)
– PAG.1
Droga: Cc, arrestati 2
giovani in Friuli
La rabbia dei 100 di
viale Leopardi – Lettera a prefetto, procura, questore e forze dell’ordine –
«Spaccio di droga, bullismo, minacce ma nessuno
controlla»
UDINE – Tra gli attacchi alle
attività gestite da stranieri, quindi, quello più forte riguarda l’African Shop
della zona.
MESSAGGERO VENETO (27/6/14) –
UDINE PAG.20
 
Se la prende coi vigili
e si denuda
TRIESTE – Protagonista
dell’episodio in via Svevo un cittadino spagnolo
Denunciato.
IL PICCOLO (27/6/14) –
TRIESTE PAG.22
Arrestati tre
marocchini per furto e ricettazione
ORTISEI (Bolzano) – 3
marocchini di età compresa fra i 18 ed i 25 anni, resisi protagonisti di una
vera e propria scorribanda nel territorio della Val Gardena. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140626_173000.htm
LOMBARDIA
INFELIX
Intervengono a sedare una rissa: un arresto e due
agenti in ospedale
MILANO – A scatenare la lite un 31enne peruviano all’interno
di un condominio. Quando il custode ha chiamatole forze dell’ordine l’uomo si è
scagliato su di loro prendendoli a calci e pugni, prima di essere fermato. http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2014/06/27/1083959-rissa-carabinieri-ospedale.shtml
Donna rompe statua, ‘ho il
malocchio’
MILANO – ”Uno sciamano mi ha detto che ho il malocchio e per
guarire devo distruggere tutte le statue di Milano”. Così una colombiana di 35
anni ha spiegato alla polizia il suo accanimento contro una scultura in via
Vitruvio 12, a Milano, che stava danneggiando con un martello. La donna, che ha
un regolare permesso di soggiorno, è stata accompagnata all’ospedale Niguarda
per una visita psichiatrica. http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2014/06/27/donna-rompe-statua-ho-il-malocchio_2d5f300c-16cf-4ae2-84eb-a3c13cbbd949.html
PADANIA WILD WEST
Atti criminali nei
confronti di anziani
SANREMO (Imperia) –
Incredibile ‘caso’ che arriva ancora una volta dagli extracomunitari magrebini,
che sono spesso segnalati in via Montà, all’ingresso della Pigna, il centro
storico di Sanremo a due passi da piazza Eroi. Una zona, purtroppo, spesso
teatro di risse che sfociano a volte anche in accoltellamenti e feriti. Questa
volta a segnalarci l’accaduto sono state alcune persone anziane che, per ovvi
motivi vogliono rimanere anonime e che vivono nella Pigna, a pochi metri da via
Montà. Secondo quanto affermato dai testimonia, quando le persone più deboli si
muovono la sera nella zona per rientrare a casa (solitamente gli anziani),
verrebbero fermati da questi personaggi che chiedono loro dei soldi per farli
passare.  Purtroppo qualcuno, impaurito per la nota e pessima fama di questi
soggetti (spesso con una fedina penale lunghissima) avrebbero aperto il
portafogli , pur di non avere guai. Se confermato, si tratterebbe di un caso
davvero inquietante che dovrebbe subito essere preso in esame dalla politica
matuziana e dalle forze dell’ordine. http://www.sanremonews.it/2014/06/26/leggi-notizia/argomenti/cronaca/articolo/vergogna-allingresso-della-pigna-in-via-monta-magrebini-obbligano-gli-anziani-a-pagarli-per-poter.html
Rubano su auto in
sosta. Arrestati
GENOVA – Due cittadini Rumeni
di 30 e 49 anni, disoccupati, con numerosi precedenti di Polizia per reati
contri il patrimonio.
Tenta di uscire
dall’Italia ma è ricercato
AOSTA – Arrestato un
cittadino rumeno  26 enne, Marin Mihaita Alexandru, risultato essere
responsabile di un furto con destrezza avvenuto nel 2013.
EMILIA
PARANOICA
Nigeriano vittima di sequestro e rapina. Individuati
gli autori
BOLOGNA – Denuncia di due persone straniere per i reati di
sequestro di persona, rapina e lesioni aggravate in concorso. Denuncia di O.I.,
donna nigeriana trentenne e di O.S., nigeriano ventisettenne clandestino già
noto agli inquirenti, che è stato accompagnato presso il CIE di Torino per la
successiva espulsione. http://questure.poliziadistato.it/Bologna/articolo-6-77-68556-1.htm
Arrestato cittadino lituano
FERRARA – Un Agente durante l’inseguimento, raggiungeva per
ben tre volte il fuggitivo ma questi per due delle tre riusciva a divincolarsi
colpendo l’operatore con calci e pugni. Infine bloccato l’uomo veniva portato in
Questura ed identificato per Buria Dimitrijus, lituano 25enne, senza fissa
dimora, senza occupazione, con precedenti di polizia e non in regola con le
norme sul soggiorno.
Arrestata una giovane bulgara per
furto
RIMINI – Arrestata una 22/enne bulgara, pregiudicata per
furto aggravato. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140626_193000.htm
Trattore rubato dentro furgone, fermati quattro
albanesi
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”
Nomadi si danno alla
fuga dopo il furto alla ditta edile
BAGNOLO PO (Rovigo) – Alla
vista dei carabinieri si sono dati alla fuga in auto, ma sono stati ben presto
identitificati e raggiunti a casa. Due nomadi.
Anziani bersagliati:
tre truffe nel giro di una sola giornata a Padova
PAODVA – Non c’è pace per gli
anziani, vittime privilegiate di avvoltoi senza scrupoli. Nella giornata di
giovedì sono stati ben tre i tentativi di truffa, ai danni di una 84enne, di una
77enne e di una 90enne. Nella mattinata, una donna, di 59 anni e di origine
romena, ha tentato di raggirare l’84enne provando a venderle anelli palesemente
falsi. Non è andata altrettanto bene alle altre due malcapitate. Una 77enne,
questa volta con la scusa di venderle dei libri, è stata avvicinata da una
donna. Mentre questa distraeva l’anziana, un complice si è intrufolato in casa.
Il terzo colpo, la novantenne è stata avvicinata da una donna in scooter. La
malvivente, probabilmente una zingara, ha finto di conoscere l’anziana e le si è
accostata, con tanto di baci e abbracci. La signora, probabilmente spaesata
dall’estranea tanto cordiale, non si è resa conto che l’affettuosa motociclista
la stava derubando di un anello e di una collana d’or. ohttp://www.padovaoggi.it/cronaca/truffe-anziani-padova-26-giugno-2014.html
 
Rom parcheggio Cimiano
– Milano, via Rizzoli – La città sa cosa sta succedendo?
 MILANO – “Una criminalità
dilagante, seriale, che sembra non volersi arrestare. Il Comune di Milano e le
forze dell’ordine, chiamati più volte, non hanno fatto assolutamente nulla,
lasciando abbandonati i cittadini a se stessi”. Rom parcheggio via Cazzaniga
fronte Parco Lambro, Milano. “E’ una criminalità dilagante, seriale e che sembra
non volersi arrestare. Ma la cosa più grave è che il Comune di Milano e le forze
dell’ordine, chiamate più volte ad intervenire, non hanno fatto assolutamente
nulla, lasciando abbandonati i cittadini a se stessi“. Il residente del
quartiere Cimiano-Crescenzago che ha contattato la nostra redazione
(redazione@cronacamilano.it) preferisce rimanere anonimo: “Per evitare
ritorsioni – dice -, come già precedentemente occorse, tra l’altro. E,
sinceramente, ne ho abbastanza”.  Ha 40 anni, il nostro lettore, e vive in una
delle palazzine di proprietà del Comune (in gestione fino ad un mese fa all’Aler
e poi licenziate), a ridosso della lunga via Civitavecchia, lambita dal Parco
Lambro. – Ci troviamo alla periferia Nord-Est di Milano, a due passi dalle
vicine via Rizzoli – dove sorgono gli uffici di Rcs – e via Carlo Cazzaniga. Ma
soprattutto, a poche decine di metri dall’insediamento rom allestito all’interno
di un parcheggio della zona. Un’area che da diversi mesi, invece di essere
destinata ad ospitare le automobili dei residenti, è stata occupata abusivamente
– con l’evidente benestare delle autorità cittadine – da numerose roulotte e
camper di nomadi che l’hanno così eletta a proprio domicilio.  La voce dei
residenti, a tal proposito, si era già fatta sentire, negli scorsi mesi, tramite
le pagine del nostro giornale. Decine, in quelle occasioni, i reati e i
comportamenti al limite del lecito, contestati ai nuovi “vicini”: dai muri dei
palazzi utilizzati come urinatoi, agli spazi verdi condominiali trasformati in
toilette, alle discariche a cielo aperto.  Fino ad arrivare ai ben più rilevanti
episodi di microcriminalità. – “I nomadi utilizzano l’area pubblica per stendere
panni, cuocere cibo nonché, purtroppo, espletare deiezioni a cielo aperto e
altro. Un livello di civiltà accettabile è il minimo che ogni genitore possa
desiderare per i propri figli”, raccontava disperata una residente. – “La zona è
totalmente fuori controllo (…), i furti nelle case non si contano più”, la
testimonianza di un altro lettore, che in quell’occasione aveva anche invitato
il sindaco “a farsi un giro nel quartiere, magari da solo e di notte“. – Un
appello ribadito, nel corso di un’altra segnalazione, anche da una giovane mamma
che si chiedeva se “il Sindaco si rende conto che i suoi cittadini vivono nella
paura e rabbia (…). Sindaco, polizia, assessore alla sicurezza: intervenite!”.
Ma neanche 36 ore fa, come testimoniato puntualmente dal nostro lettore,
l’ennesimo intervento della Polizia: questa volta allertata da alcuni cittadini
per un tentativo, da parte di alcuni nomadi, di introdursi in uno dei locali
adibiti ad attività commerciale al piano strada di una palazzina in via
Civitavecchia. Solo l’ultimo di una lista infinita di piccoli o grandi reati che
siano che stanno minando, ormai da troppo tempo, la serenità di un intero
quartiere. – Un quartiere in cui parte delle abitazioni (tra le vie Ovadia,
Civitavecchia e Senigaglia) – è bene ricordarlo – sono state costruite
nell’ambito dell’iniziativa di edilizia sociale “Abitare a Milano”. Un progetto
che, secondo quanto si legge direttamente sulle pagine del Comune di Milano,
avrebbe dovuto “favorire lo sviluppo residenziale e urbanistico di questa zona
ed attrarre nuove attività  commerciali”. Ma ad essere attirati, per il momento,
sembrano essere stati solo i nomadi. – “E nessuno fa nulla per cambiare questa
situazione”, ribadisce, come in uno sconsolato mantra, il nostro lettore. “Te li
ritrovi dappertutto, con fare minaccioso, che tu stia passeggiando in strada o
sia fermo in auto al semaforo (come avviene, in particolare, tra le vie
Palmanova e Carnia, ndr)”. Senza contare, poi, i numerosi furti avvenuti negli
spazi comuni delle abitazioni – “porte delle cantine divelte e conseguente
razzia dei locali: ben 5 cinque, di cui io sia a conoscenza solo nei primi sei
mesi dell’anno” – e, soprattutto, negli stessi appartamenti, come ci racconta il
nostro interlocutore. “Ho subito tre furti, negli ultimi mesi, che mi hanno
messo letteralmente in ginocchio. Ho presentato regolare denuncia alle forze
dell’ordine, con tanto di nome e cognome, targa dell’auto incriminata e volto
dei colpevoli – racconta inviperito -. Perché, alla fine, gira e rigira, sono
sempre gli stessi. E indovinate un po’? Dopo settimane e settimane non ho ancora
saputo nulla. Come niente e nessuno pare o voglia saperne di più. Sembra che la
cosa non interessi a nessuno. Fanno spallucce”. Una generale indifferenza
ribadita anche in merito allo stesso campo rom che agisce indisturbato, ormai da
diversi mesi, all’interno del parcheggio di via Cazzaniga. “Stiamo parlando di
occupazione abusiva continuativa ed aggravata di suolo pubblico, che ai sensi
dell’articolo 633 del c.c. costituisce un reato penale e quindi perseguibile
d’ufficio. Sono obbligati a denunciare la situazione. E invece sa cosa mi hanno
risposto, in quel frangente? – domanda con malcelato sarcasmo. – Mi hanno
sbeffeggiato dichiarando che a loro, quello dei rom, risulta un ben più blando
reato amministrativo e che la giunta e il Comando, inoltre, quando si tratta di
queste questioni, richiedono una certa elasticità”. “E’ chiaro ora che i rom –
prosegue – così facendo, si sentono impuniti. Infatti, nonostante gli sgomberi
avvenuti qualche tempo fa, sono tornati più aggressivi che mai, con
intimidazioni e minacce contro i passanti che si rifiutano di sborsare qualche
euro”. Intanto, qualche settimana fa, alcuni rappresentanti del Comitato Nord
Est  hanno consegnato al Comune una petizione di circa 700 firme. La richiesta è
quella di sgomberare il campo rom affinché si ripristini la legalità. Quello che
chiediamo noi residenti – conclude il nostro lettore – è l’installazione di
telecamere, magari accompagnata anche da una presenza più massiccia della
Polizia locale e delle altre forze dell’ordine. Questo Far-West deve finire”.
Sabato, Domenica, Lunedì, 28,
29, 30 Giugno 2014


SPROFONDO
TRIVENETO
Adesca una 12enne in
centro città: lei si libera, lui rischia il
linciaggio
CHIOGGIA (Venezia)  – Un uomo
di colore è stato arrestato: aveva tentato di baciare una dodicenne cercando di
trascinarla in un angolo appartato per abusare di lei. Ma le grida disperate
della bambina hanno attirato l’attenzione di alcuni passanti.
Violenza sessuale:
abusi su diciottenne, un arresto
TRENTO – Arrestato un
trentenne accusato di avere abusato sessualmente di una ragazza diciottenne. Il
presunto violentatore, di nazionalità rumena. Avrebbe bloccato la giovane donna
sul letto con la forza e avrebbe abusato di lei.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=572036
 
Altre due nuove vittime
del vigilante molestatore
MIRA (Venezia)- Le giovani si
sono presentate in Questura per denunciare la loro esperienza Si allarga
l’inchiesta sul vigilante nigeriano, Anthony Chukwuemeka Igwe, 41 anni,
accusato  di aver pesantemente molestato tre ragazze trevigiane. Violenza
sessuale.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(29/6/14) – DOLO PAG.23
 
Barista accoltellato,
due condanne
TRIESTE – Cinque anni di
reclusione a Omar Hibrim Hamed. Tre a Mohammed Idriss Ali Othman. Era stato
ferito in maniera gravissima Raul Antonio Moldan Almarante. Il ventisettenne
nigeriano Hamed era accusato di tentato omicidio, oltre che di rissa.
IL PICCOLO (28/6/14) –
TRIESTE PAG.20
Derubata e presa a
pugni a San Marco, ora è caccia al cameriere
VENEZIA – Derubata e
malmenata in pieno centro, alla luce del sole e sotto gli occhi di molti
testimoni esterrefatti. La vittima è una quarantenne veneziana, l’aggressore è
un cameriere croato.
Scoppia la rissa al
mercato per una donna
CAVALLINO TREPORTI (Venezia)
– Rissa tra marocchini per una bella connazionale. Graffi ed escoriazioni per
gli agenti della locale che gli hanno divisi.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(28/6/14) – PAG.34
Rissa fra camionisti
russi e ucraini
TRIESTE – Dieci i coinvolti.
Uno all’ospedale per curare una ferita all’orecchio.
IL PICCOLO (29/6/14) –
TRIESTE PAG.32
Entra nel giardino dei
vicini e picchia i cani: guai seri per un 34enne
MERETO DI TOMBA (Udine) –
Michele Fermino Floreano, di 34 anni, di origini venezuelane.  http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/UDINE/maltrattamento_animali_entra_giardino_picchia_cani_udine_michele_fermino/notizie/766733.shtml
Sistiana, arrestati due
russi molesti
TRIESTE – Ubriachi, hanno
inveito contro i clienti del “Chiosco bianco”. Aggrediti i
carabinieri.
IL PICCOLO (30/6/14) –
TRIESTE PAG.18
Giro di ecstasy, in
cella solo uno
UDINE – Il giudice ha
concesso a Srecko Dordevic, 21 anni, di nazionalità serba, la misura meno
afflittiva dei domiciliari, mentre ha applicato la misura della custodia
cautelare in carcere per Chris Gempesaw, 33 anni, di nazionalità filippina.
MESSAGGERO VENETO (29/6/14) –
UDINE PAG.22
Droga: sequestrato kg
marijuana
PADOVA – Sequestrato un kg di
marijuana a due nigeriani, poi arrestati.
Controlli antidroga –
Giovane pusher fermato al parco
SAN DONÀ (Venezia) – Fermato
un giovane cittadino marocchino.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(28/6/14) – PAG.34
Titolare arrestata per
droga, Bitonci ordina la chiusura del suo negozio
PADOVA – Pugno duro del nuovo
sindaco, nel mirino una nigeriana che aveva  nascosto parte dello stupefacente
fra i pannolini della figlioletta. Si tratta del minimarket gestito dalla
società Eyotor Trading sas di Omorowa Okao Faith, in via Piacentino 5,
all’Arcella. Il provvedimento – spiega il sindaco – si è reso necessario dopo i
numerosi e circostanziati esposti presentati dai cittadini e il recente
intervento del Reparto prevenzione crimine e della Squadra volanti della
Questura che hanno arrestato la titolare dell’esercizio commerciale per
detenzione di un ingente quantitativo di droga, occultato in parte fra i
pannolini della figlioletta. Ho dato mandato alla Polizia locale perché svolga
un controllo metodico e programmato di tutte queste tipologie di esercizi
commerciali”. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/padova_bitonci_negozio_chiuso_droga/notizie/773243.shtml
Incinte e ladre due
arrestate all’imbarcadero
VENEZIA – In manette due
bosniache, entrambe incinte, che per l’occasione erano spalleggiate da un
13enne, loro connazionale. In manette sono finite Suzidona Hamidovic, di 19 anni
e la cugina Melisa Hamidovic, (29).
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(29/6/14) – VENEZIA PAG.15
Borseggiatori in
vaporetto parapiglia per bloccarli
VENEZIA – In tre avevano
rubato il portafoglio a una turista francese: sono stati scoperti e affrontati
dai Cittadini Non Distratti, ma nella confusione i tre magrebini riescono a
scappare.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(29/6/14) – VENEZIA PAG.15
Continuano i blitz in
stazione: recuperata una bici rubata ai turisti tedeschi
PADOVA – Continuano i
controlli della polizia tra stazione e Arcella contro spaccio e immigrazione
clandestina. Bloccati sei cittadini che si stavano dando alla fuga, uno dei
quali è risultato colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere. Sono
stati anche controllati alcuni cittadini rumeni, sul cui furgone sono state
rinvenute delle biciclette, tutte risultate rubate.
 
Si fermano per una
pausa all’autogrill, turisti sloveni derubati del
portafoglio
ROVIGO – La pausa in
autogrill si è rivelata fatale per una famiglia slovena.  http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/ROVIGO/sosta_autogrill_autostrada_derubati/notizie/773214.shtml
Ascensore rotto, lite
condominiale Italia-Nigeria: «Sono saliti in 10»
PADOVA – Lite condominiale
con intervento di due pattuglie della polizia, nello stabile comunale di 30
appartamenti. L’episodio ha coinvolto alcuni inquilini italiani e una famiglia
di nigeriani, con loro amici venuti di sera a trovarli a casa. «L’alterco è
scoppiato in seguito al blocco e al danneggiamento dell’ascensore provocato
dagli africani – riferiscono l’amministratore condominiale Donatella Dazzo, che
abita nell’immobile, e due inquiline – che domenica alle 20 sono saliti sul
mezzo della portata di 400 chili assieme ai loro amici, occupandolo in una
decina di persone, tra adulti e bambini».   http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/padova_ascensore_lite_condominio_mortise_blocco_nigeria/notizie/773189.shtml
 
«Temo accantonino soldi
per l’emergenza clandestini»
UDINE – «I 3 milioni di fondi
regionali aggiuntivi devono andare agli udinesi per contenere il carico
fiscale.Che qualcuno non pensi di utilizzarli per i clandestini». L’out out è
Mario Pittoni, capogruppo della Lega Nord a palazzo D’Aronco, dopo aver letto la
proposta di emendamento al Bilancio di previsione.
MESSAGGERO VENETO (28/6/14) –
UDINE PAG.13
Honsell: voglio far
lavorare i rifugiati politici stranieri
UDINE – Udine ne ha in carico
più di cento e nei mesi estivi sono attesi altri arrivi. L’assessore: la Regione
punta sul modello delle occupazioni socialmente utili.
MESSAGGERO VENETO  (30/6/14)
– UDINE PAG.7
Un’auto tedesca in
fondamenta
CHIOGGIA (Venezia) –
Incredibile vicenda sulla riva del Perotolo, il turista scampa la
multa.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(30/5/14) – PAG.14
LOMBARDIA
INFELIX
Aggredisce la moglie davanti al figlio di 5 anni:
arrestato
MILANO – Avrebbe dato una testata alla moglie e ha aggredito
gli agenti intervenuti. Per questo un 35enne ecuadoriano è stato arrestato.
Eseguiti tre arresti per violenza sessuale a
Minori
BRESCIA – D. T., di anni 55 (pena di anni 10 di reclusione
per violenza sessuale in danno della nipote e della figlia), M.T, nata in ex
Jugoslavia, di anni 50, moglie di D.T. (pena di anni 5 di reclusione per
violenza sessuale in danno della nipote e della figlia), R.T., nata in ex
Jugoslavia, di anni 51, sorella di M.T.,  (pena di anni 5 di reclusione per
violenza sessuale in danno della nipote e della figlia). L’attività d’indagine
aveva in seguito consentito di accertare che D.T. aveva persuaso la propria
moglie e la di lei sorella (madre della nipote coinvolta) di essere indemoniato
e di poter contrastare il potere del diavolo solo convincendo le due ragazze
(nipote e figlia) ad avere rapporti sessuali con lui. Tutti e tre i soggetti non
hanno attività stabile ma vivono di espedienti grazie all’aiuto dei familiari.
 
Litigano per una donna – Passante resta contusa viale
papiniano
MILANO – Hanno litigato dopo alcuni apprezzamenti pesanti su
una donna. Ma nella lite tra i due egiziani di 53 e 30 anni, ad avere la peggio
è stata una 75enne italiana che passava in viale  Papiniano sabato intorno alle
13.
CORRIERE DELLA SERA (30/6/14) – MILANO PAG.7
 
Coltellate in strada
MILANO – Via Padova. Grave tunisino.
IL CORRIERE DELLA SERA (28/6/14) – MILANO
PAG.7
Campione di arti marziali trova il ladro in casa e lo
getta dalla finestra
CASOREZZO (Milano) – Un campione di body building e di arti
marziali si è imbattuto in due ladri. Senza pensarci ne ha sollevato uno,
gettandolo giù dalla finestra della sua abitazione. Il malvivente, zoppicando, è
riuscito a fuggire «Sono uscito dal bagno dopo essermi fatto una doccia – ha
raccontato il campione – e me li sono trovati di fronte. Ho preso il primo che
mi è capitato sotto tiro e l’ho buttato giù dal primo piano. Non l’ho inseguito
per non passare nel torto, ma ho contattato subito i carabinieri che sono poi
giunti sul posto». Si tratta di due giovani, provenienti dall’Est Europa. Forse
albanesi.
Droga, record di marijuana
sequestrata
MILANO – Dal 2004 cresciuta di quasi venti volte. «Business
per cosche calabresi e albanesi».
IL CORRIERE DELLA SERA (29/6/14) – MILANO
PAG.9
La droga per Saronno smerciata in
bicicletta
SARONNO (Varese) – Una serie di tunisini in bicicletta per
vendere cocaina e hascisc.
IL CORRIERE DELLA SERA (28/6/14) – LOMBARDIA PAG.12
Spaccio: retate in centro storico, arrestate cinque
persone
BRESCIA – Eroina, hashish e marijuana. U marocchino di 53
anni e un tunisino di 38 anni. Un altro tunisino di 45 anni. Un nigeriano di 34
anni, arrestato anche il complice, un trentenne suo connazionale. http://www.bresciatoday.it/cronaca/brescia-spaccio-arresti.html
Pensionata viene derubata – Filippino recupera
bottino
MILANO – Un’anziana di 82 anni è stata rapinata sabato sera
intorno alle 23.20 in piazza Argentina. Un 44enne filippino ha visto la donna
che urlava vicino alla fermata del metrò e ha inseguito l’uomo che le aveva
rubato la borsa. Il filippino ha recuperato il bottino ma il rapinatore è
riuscito a fuggire.
CORRIERE DELLA SERA (30/6/14) – MILANO PAG.7
Rapisce le figlie, condannato il
Comune
MILANO – La sentenza –  La madre preleva le due sorelline da
una casa famiglia protetta e fugge in Romania. «Omesso controllo». Il sequestro
dopo il divorzio dei genitori. La giunta pagherà 80 mila euro.
CORRIERE DELLA SERA (30/6/14) – MILANO PAG.7
PADANIA WILD WEST
 
Maxi rissa nei vicoli: ragazza colpita da un sasso, non
c’entrava nulla
GENOVA – Lo straniero, un marocchino di 18 anni
irregolarmente presente in Italia, in stato di forte agitazione dovuta all’abuso
di sostanze alcoliche, ha opposto resistenza colpendo violentemente gli
operatori, causando loro ferite guaribili in 21 e 7 giorni. Trovato in possesso
di 0.34 gr. di hashish.
Quattro arresti per
rissa
SAVONA – Quattro persone di
origine ecuadoriana, due uomini e due donne, con l’accusa di rissa aggravata.
http://questure.poliziadistato.it/Savona/articolo-6-579-68630-1.htm
Indagine omicidio Lamia
Saifi, telecamere riprendono gli ultimi istanti di vita
TORINO – Gli ultimi istanti
di vita ripresi da una telecamere in zona Santa Rita di Lamia Saifi, l’algerina
di 47 anni, trovata morta in casa lo scorso 16 giugno a Torino, in corso
Orbassano. La donna è a passeggio con il figlio e potrebbe avere incontrato il
suo assassino nei pressi della propria abitazione.
Un arresto e due
denunce
SAVONA – Tre cittadini di
origine rumena con l’accusa di violazione di domicilio e ricettazione. http://questure.poliziadistato.it/Savona/articolo-6-579-68600-1.htm
Doveva scontare la pena
residua. Arrestato dalla Polizia noto pregiudicato
AOSTA – D.D, 30enne
cittadino straniero per episodi di spaccio e reati contro il patrimonio. Rapina
commessa nel 2001.
Teste a processo no
Tav, fuoco dal cielo
TORINO – “Non avevo mai visto
niente del genere: il fuoco scendeva dal cielo”. Cosi’ un marocchino di 44 anni
si è espresso in corte d’Assise su quanto successe durante l’attacco portato dai
No Tav il 14 maggio 2013 al cantiere di Chiomonte, dove lavorava come operaio.
Al processo, ripreso oggi, quattro simpatizzanti del movimento sono imputati di
terrorismo. L’espressione del testimone si riferisce probabilmente al lancio di
molotov o bengala. http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2014/06/30/teste-a-processo-no-tav-fuoco-dal-cielo_dba76be5-13b3-468d-84b6-92111d6e6af8.html
Salvano suicida e gli
pagano viaggio
ASTI – Un marocchino di 27
anni, che voleva gettarsi nel fiume, è stato salvato da due vigili urbani.
Disperato perché rimasto senza i soldi necessari per raggiungere i genitori a
Teramo – ha raccontato – aveva già scavalcato il parapetto del ponte sul Tanaro.
I vigili lo hanno prima intrattenuto poi bloccato. Dopo una vista medica, il
giovane è stato portato alla stazione con un biglietto di andata a Teramo pagato
con una colletta tra gli agenti della polizia comunale. http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2014/06/30/salvano-suicida-e-gli-pagano-viaggio_bccf9068-26c0-40ee-a133-9ec0aab857da.html
EMILIA
PARANOICA
Autista bus aggredito da donna in
auto
PIACENZA – Un’ecuadoriana di 39 anni è stata denunciata per
minacce e percosse dopo aver aggredito l’autista di un bus di linea: l’uomo,
60enne, le aveva chiesto di spostare l’auto posteggiata in modo tale da
intralciare la svolta del bus carico di passeggeri e il traffico. Il conducente
ha iniziato a suonare il clacson, e quando l’automobilista è arrivata è salita
sul pullman e ha aggredito con pugni e schiaffi l’autista. http://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2014/06/28/autista-bus-aggredito-da-donna-in-auto_325e1743-8daa-4d2e-aeae-12c97a7a55a5.html
Tre arresti in un giorno
BOLOGNA – In manette per resistenza a Pubblico Ufficiale,
lesioni e danneggiamento aggravato un cittadino marocchino del 1981che è stato
anche deferito per guida senza patente e per ricettazione essendo il motociclo
utilizzato per la fuga rubato. Arrestato per tentata rapina aggravata un
cittadino rumeno del 1984, già gravato da un divieto di dimora a Bologna e da
una scarcerazione a seguito di rapina, che dopo aver strattonato, spaventato e
minacciato un uomo anziano gli ha intimato di consegnargli tutti i soldi che
aveva al seguito. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze
stupefacenti un cittadino albanese del 1991.
 
Si sottrae al controllo della Polizia ed aggredisce un
agente: arrestato
SASSUOLO (Modena) – D.B., lituano 25enne, senza fissa dimora,
senza occupazione, con precedenti di polizia e non in regola con le norme sul
soggiorno.
Vita da ‘nababbo’ seppur clandestino, denunciato per
spaccio
CAVRIAGO (Reggio Emilia) – All’anagrafe clandestino e per
questo indigente per i Carabinieri “nababbo” grazie allo spaccio. Un cittadino
albanese 28enne. Viavai di giovani (alcuni noti come cocainomani). http://www.ilrestodelcarlino.it/reggio_emilia/cronaca/2014/06/28/1084309-clandestino-nababbo-spaccio.shtml
La polizia arresta uno
spacciatore
REGGIO EMILIA – Navarro Montero Wilson, cittadino dominicano
43enne. http://questure.poliziadistato.it/ReggioEmilia/articolo-6-454-68645-1.htm
Si accorge del furto del proprio
portafogli
FERRARA – Denunciate per il reato di furto aggravato in
concorso. Si tratta di due donne bulgare di 31 e 23 anni. http://questure.poliziadistato.it/Ferrara/articolo-6-172-68626-1.htm
Due donne di origine albanesi
denunciate
FERRARA – F.M., di anni 46, e T.D., di anni 22, servizio
antitaccheggio. http://questure.poliziadistato.it/Ferrara/articolo-6-172-68591-1.htm
Banda rubava salumi e formaggi, due
arresti
REGGIO EMILIA – Erano soprannominati ‘la banda del parmigiano
e dei culatelli’. Due donne, di 22 e 28 anni, di origine rumena sono state
arrestate.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=571829
Spiaggia invasa da 400 abusivi.
RIMINI – Quattrocento vu’ cumprà in cinquanta bagni.
L’aggressione di un vu’ cumprà senegalese ai danni di un dipendente dello
stabilimento, che si è preso due pugni in faccia solo per aver fatto qualche
foto agli abusivi con il telefonini. «Purtroppo la situazione è questa:
drammatica. Nonostante l’impegno quotidiano delle forze dell’ordine, gli abusivi
sono sempre di più — conferma Andrea Manduchi, il portavoce dell’associazione
marinai di salvataggio del Riminese — e si piazzano anche sotto le nostre
torrette, con tutti i problemi per la sicurezza che ne conseguono. Quello che è
successo sabato al Tortuga poi ha dell’incredibile: il collega non aveva nemmeno
lo spazio per riportare il moscone a riva, tanti erano gli abusivi. In caso di
urgenza non sarebbe riuscito ad arrivare in spiaggia con la persona soccorsa». I
marinai di salvataggio sono pronti a nuovi esposti alla Procura e al Comune. «Li
abbiamo già fatti negli anni scorsi, purtroppo però non hanno dato grandi
risultati». http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/cronaca/2014/06/30/1084856-abusivi-spiaggia-invasione.shtml
Il questore dispone la chiusura di un
bar
REGGIO EMILIA – Denominato “BAR FORESTA”, gestito da un
cittadino cinese “G.C.”. Il provvedimento interdittivo è stato assunto a seguito
degli accertamenti relativi alle dinamiche ed ai soggetti coinvolti nel corso di
una violenta lite.
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”
 
15enne ridotta in
schiavitù e spinta a prostituirsi per mangiare: arrestato
sfruttatore
BOLOGNA – Una vita fatta di
soprusi e violenze – prima tra le mura domestiche, poi alla mercé di
profittatori travestiti da ‘paladini’ generosi – quella di una 15enne rumena
liberata dalle grinfie del suo ultimo aguzzino, al quale si era affidata,
ingenuamente. L’uomo – un rom di 34 anni, che si fa chiamare Julian-  è stato
arrestato con l’accusa di riduzione in schiavitù aggravata e prostituzione
minorile.
 
Giovani rom sorprese a
rubare in un appartamento: arrestate
ALBISSOLA MARINA (Savona) –
Le ragazze, di cui una incinta, provenivano da un campo nomadi di Torino: per
loro le manette ai polsi con l’accusa di furto in abitazione. T.N., 20 anni,
italiana ed incinta, e A.N., 24 enne di origine macedone.
 
Raggiro – Si fingono
clienti e rubano una mega pressa
UDINE – Denunciati tre uomini
per furto aggravato e insolvenza fraudolenta. C.A. di 35 anni, L.H. di 61 anni
(entrambi nomadi) e P.T. 61 anni, domiciliati a Udine.
MESSAGGERO VENETO (28/6/14) –
UDINE PAG.14
 
«Non ho rubato pressa e
container»
UDINE – Il nomade ha
querelato per calunnia la ditta che lo ha denunciato
MESSAGGERO VENETO  (30/6/14)
– UDINE PAG.8
 
Rissa tra 2 famiglie
nel campo nomadi. Intervengono i Carabinieri.
MONCALIERI (Torino) – Due
famiglie domiciliate nel campo nomadi si sono affrontate e picchiate con bastoni
e cocci di bottiglie. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Giugno/20140628_135500.htm
Un abbraccio e il gioco
è fatto: derubata della fede del marito morto
BELLUNO – Truffata, derubata
della fede del marito morto, raggirata con crudeltà, con un abbraccio, carpendo
la buona fede degli anziani. È questo che 4 persone, dagli apparenti tratti e
accento rom hanno fatto. La donna, classe 1937 residente in città.
All’improvviso si ferma un’auto di grossa cilindrata di colore grigio alle
spalle della donna, accostando come si fa per chiedere delle informazioni. Nella
macchina ci sono quattro persone: i due uomini davanti e nel sedile posteriore
due donne. «Mamma mamma», chiamano i quattro. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/BELLUNO/truffa_furto_belluno_fede_marito_morto/notizie/770349.shtml
Il Comune consegna le
“casette” ai Rom
MILANO – Hanno bagno privato,
salotto con cucina a vista, due camerette e un piccolo giardino privato. Il
fondo è interamente recuperato dal decreto Maroni del
2009.
IL CORRIERE DELLA SERA (28/6/14) – MILANO
PAG.7
Attacco con fucile da
caccia alla carovana di nomadi
VIMERCATE (Monza e Brianza) –
Tre di notte. Colpi di fucile. Nel mirino la carovana di nomadi che si era
fermata in via Lodovica ad Oreno, frazione di Vimercate. Il fucile è caricato a
pallini, danneggia le auto, ma non ferisce nessuno. http://www.mbnews.it/2014/06/vimercate-questa-notte-attacco-con-fucile-da-caccia-alla-carovana-di-nomadi/
E i nomadi si accampano
anche in pieno Parco Nord
MILANO – Sorgono come funghi,
a ogni angolo della città. Anche grazie alla politica «buonista» della giunta
Pisapia. L’ennesimo campo nomadi abusivo si è installato in via Hermada, in
pieno parco Nord. Sono almeno due anni che i rom si accampano all’ingresso
dell’area verde. E le segnalazioni a Palazzo Marino non sono servite. «Con tutto
il gruppo della Lega Nord abbiamo scritto una lettera all’assessore Granelli lo
scorso marzo, senza ottenere risposta – prosegue il consigliere leghista di Zona
9, Gabriele Abbiati -. Poi abbiamo promosso una raccolta firme fra i residenti
alla quale hanno partecipato 300 cittadini. Infine abbiamo presentato una
mozione per cercare di risolvere la situazione, che però è stata bocciata». Nel
frattempo, l’unico sgombero che si ricordi è stato organizzato alla vigilia di
una visita del sindaco. E i cittadini sono esasperati: lamentano sporcizia e
mancanza di sicurezza.
Degrado via del Borgo,
cresce l’insofferenza dei residenti: “Aspettiamo risposta da chi di
dovere”
BOLOGNA – Ennesima
segnalazione documentata dai residenti di via del Borgo di San Pietro, che quasi
quotidianamente raccolgono scatti e video per testimoniare il disagio condiviso
di cittadini e commercianti: Avvertiamo un crescendo di insofferenza da parte
degli abitanti di zona verso la situazione che comincia a degenerare, e verso
chi dovrebbe intervenire. Nomadi che bivaccano anche di giorno, accattonaggio
presso i supermercati, zingari che rovistano nei cassonetti lasciando poi a
terra un sacco di rifiuti, spacciatori che imperversano con arroganza e i nomadi
che bivaccano che si ritrovano a Porta Mascarella a importunare gli
automobilisti al semaforo e in particolare le signore sole al volante”.

Martedì, 1 Luglio
2014

SPROFONDO
TRIVENETO
“Rito d’iniziazione”
per entrare nel gruppo: scippare una donna
TREVISO – Per essere
accettato ed entrare a a far parte del gruppo doveva dimostrare di essere in
grado di scippare una donna. E così l’ha fatto. Si tratta di un ragazzino di 16
anni africano d’origine, l’episodio è avvenuto nella zona della Fonderia ed a
fare le spese è stata una donna di 56 anni. È stato denunciato insieme ad un
altro dei  due ragazzini, sempre uno straniero, ma di un anno più giovane, in
sostanza il capetto del gruppo che doveva controllarlo mentre compiva lo scippo.
Il terzo ragazzino non è ancora stato identificato.
Lega, no profughi in
alloggi pubblici
TRENTO – I consiglieri
provinciali della Lega Nord Trentino, Maurizio Fugatti e Claudio Civettini,
hanno depositato un’interrogazione circa la possibile assegnazione di alloggi
pubblici ai profughi arrivati in Italia a seguito dell’operazione umanitaria
‘Mare Nostrum’. “Se così fosse sarebbe davvero scandaloso – sottolineano i
consiglieri leghisti – dare priorità a tali persone mentre numerosi trentini e
italiani aspettano da tempo l’assegnazione di una casa senza aver mai ottenuto
una risposta”.
Denunciati 5 minori da
Ps per rissa
VERONA – La lite era nata da
un banale litigio, scoppiato tra alcuni simpatizzanti di estrema destra e altri
ragazzi tra i quali alcuni stranieri.
La Provincia controlla
i camion stranieri e rileva 42 illeciti
UDINE – Controlli agli
autotrasportatori stranieri: la Provincia di Udine continua a fare la sua parte
con verifiche ai vettori in transito sulle strade di competenza attraverso
squadre congiunte. «Si tratta – spiega l’assessore alla Motorizzazione civile
Marco Quai – di controlli fortemente voluti dalle associazioni di categoria che
richiedono maggiori verifiche ai mezzi pesanti circolanti, in particolare a
quelli stranieri provenienti dall’Europa dell’Est”. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/UDINE/camion_stranieri_illeciti_provincia/notizie/773221.shtml
«Serve una moschea in
terraferma»
VENEZIA – Parla l’imam del
centro di via Monzani: «La forza lavoro è soprattutto straniera e arrivano
sempre più turisti musulmani».
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(1/7/14) – PAG.21
LOMBARDIA
INFELIX
Arrestato il padre pusher – Costringeva i figli a
preparare dosi di droga
RHO (Milano) – L’uomo, un bosniaco, era già stato allontanato
dalla famiglia. Botte alla moglie, calci al bimbo per strappargli un
ciondolo.
LA REPUBBLICA (1/7/14) – MILANO IX
Scaraventa il figlioletto a terra – Ubriaco fermato dai
vigili – Il bambino, 2 anni, non ha riportato lesioni
MILANO – All’angolo tra via Procaccini e via Messina, un
cittadino cinese con la moglie accanto, la donna spingeva il passeggino con il
figlio di 2 anni, e l’uomo sembrava molto agitato, urlava. L’uomo si è scagliato
con violenza contro la moglie, colpendola al volto,  ha afferrato il passeggino,
ha fatto qualche passo verso il centro della strada e poi, senza spiegazione,
senza apparente senso, con uno scatto ha fatto cadere il bambino sull’asfalto.
IL CORRIERE DELLA SERA (1/7/14) – MILANO PAG.6
Mariti violenti – Botte alle mogli: due stranieri in
cella
MILANO – Un libanese di 34 anni e un ecuadoriano di 35, sono
stati arrestati  per aver picchiato le rispettive moglie davanti ai figli. Il
primo ha aggredito nel pomeriggio la compagna tunisina, malmenata anche durante
la gravidanza, davanti a un bimbo di 3 anni. Il secondo ha rifilato una testata
alla connazionale di 26 anni, davanti al loro bimbo di 5, poi, non contento, ha
anche aggredito gli agenti intervenuti.
IL GIORNALE (1/7/14) – MILANO PAG.9
Cliente rapina cellulare a una
prostituta
MILANO – Aggredita da un cliente una prostituta romena di 24
anni. Un cliente italiano sui 40 anni, appena  terminata la prestazione.
IL CORRIERE DELLA SERA (1/7/14) – MILANO PAG.6
Aggredirono un passante – Preso uno dei tre
banditi
MILANO – Si tratta di un egiziano di 22 anni, con precedenti.
I suoi complici, presumibilmente connazionali, sono fuggiti a piedi lungo via
Padova, facendo perdere le tracce.
IL CORRIERE DELLA SERA (1/7/14) – MILANO PAG.6
 
Picchiano immigrato per rapinargli 20
euro
COMO – Due comaschi di 16 e 19 anni sono stati arrestati. I
due hanno aggredito e malmenato un immigrato di 38 anni, originario del
Bangladesh.
IL CORRIERE DELLA SERA (1/7/14) – LOMBARDIA
PAG.7
 
Arrestati spacciatori con 16 chili di
cocaina
BUSTO ARSIZIO (Varese) – Le indagini sono iniziate dopo un
controllo fiscale in un bar del centro il cui titolare era un albanese già
arrestato in passato per droga.
IL CORRIERE DELLA SERA (1/7/14) – LOMBARDIA
PAG.7
Gang latine: tredici arresti a Milano, anche un tentato
omicidio
MILANO – Tredici persone sono state arrestate martedì
mattina. Sono accusate di una serie di reati tra cui tentato omicidio, rapina,
lesioni, porto d’armi abusive, spaccio di droga e associazione a delinquere. Gli
arrestati sono dodici dominicani e un salvadoregno.
Ramadan, al Vigorelli preghiera conclusiva – La scelta
del Caim non condivisa da altre comunità
MILANO – Sarà il velodromo Vigorelli ad ospitare la festa per
la fine del Ramadan, il prossimo 28 luglio.
IL CORRIERE DELLA SERA (1/7/14) – MILANO PAG.6
Emergenza profughi eritrei in Porta Venezia, la giunta
milanese: “Manca un piano di accoglienza nazionale”
MILANO – Da metà maggio sono stati 2.343 i profughi eritrei
che hanno trovato un posto letto e assistenza nei ricoveri del Comune e del
Terzo Settore. Milano, come altri Comuni d’Italia, sta affrontando un’ondata di
persone mai vista prima, uomini, donne e bambini che continuano a transitare
dalla Penisola, senza alcun coordinamento nazionale, diretti verso i Paesi
dell’Europa. Un esodo senza fine che certamente non calerà nelle prossime
settimane”.  http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2014/06/30/1085062-profughi-eritrei.shtml?utm_source=mrsend&utm_medium=email&utm_campaign=newsletter&userid=NL59575
PADANIA WILD WEST
Occupa atrio di un
palazzo e picchia condomini
GENOVA – Senzatetto, s’era
installato nell’atrio di un palazzo di via Fereggiano, e aveva trasformato
quell’androne nel suo personalissimo monolocale: non pagava l’affitto e s’era
pure allacciato abusivamente alla rete idrica del palazzo, scroccando l’acqua ai
condomini. Il giovane, 16 anni, Angel Junior, originario del Perù. Il ragazzino
ha rifiutato a lungo di fornire le proprie generalità, non esitando a reagire
con violenza agli inquilini che chiedevano a gran voce il suo allontanamento, e
quando i carabinieri hanno provato a caricarlo sull’auto di servizio, lo
straniero ha colpito i due con calci e pugni.
IL SECOLO XIX (1/7/14) –
GENOVA PAG.20
Entra in Italia
esibendo documenti falsi
COURMAYEUR (Aosta) –
Arrestato un cittadino tunisino 34 enne, Kraim Ammar. http://questure.poliziadistato.it/Aosta/articolo-6-23-68687-1.htm
EMILIA
PARANOICA
Eseguite ordinanze di custodia cautele in
carcere
RAVENNA – S.M. pregiudicato, per rapina aggravata in
concorso. Tratto in arresto K.S. nata in Bosnia Erzegovina nel 1982, residente a
Ravenna, pregiudicata per reati inerenti gli stupefacenti.  http://questure.poliziadistato.it/Ravenna/articolo-6-435-68688-1.htm
Spaccata al bar per rubare le slot machine, poi lo
schianto nella fuga
BOLOGNA – Due macchinette slot e una cambiamonete caricate a
bordo di un furgone – rubato – poi la fuga. Inseguiti dalla polizia, i ladri si
sono schiantati contro una recinzione delle Ferrovie, buttandola giù: arrestati.
Due malviventi, due cittadini rumeni di 29 e 20 anni, con vari precedenti alle
spalle.
Derubano slot, cliente recupera
bottino
BOLOGNA – Sono entrati in una sala di slot machine e con una
pistola hanno intimato alla dipendente, 31enne francese, di mettere i soldi
della cassa in una busta di plastica. All’uscita dei due uomini la donna ha
chiesto l’aiuto dei clienti in sala. Uno di questi, romeno, ha inseguito i ladri
e li ha spintonati, facendoli fuggire e recuperando il bottino.  http://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2014/07/01/derubano-slot-cliente-recupera-bottino_bf84f511-e7fd-4256-a052-6eb3fcf14756.html
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”
 
Rom speronano auto
della polizia Bloccati dopo una colluttazione
RIMINI – Una volante della
polizia ha sventato i piani degli autori del doppio assalto. Sono nomadi di
etnia rom della famiglia Ametovic, con base a Rimini, già nota alle
cronache.
IL RESTO DEL CARLINO (1/7/14)
– RAVENNA PAG.45
Baby accattonaggio:
denunciate –  Chiedevano l’elemosina davanti la chiesa con il figlio di due
anni
ROVIGO – . Accattonaggio due
romene tentano di impietosire, ma finiscono nei guai. Qualcuno ha chiamato una
volante della polizia, protestando per la presenza, non solo delle due zingare,
ma di un bambino piccolino con loro, proibito per legge, che mendicava. Si
tratta di una donna di 40 anni e una di 22.
IL RESTO DEL CARLINO (1/7/14)
– ROVIGO PAG.45
 
Arrestate due donne di
47 e 44, entrambe Sinti di nazionalità italiana
GALLARATE (Varese) – In
esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.
IL GIORNO (1/7/14) – VARESE
PAG.62
Per farsi togliere il
malocchio dona 82mila euro a due rom  – Truffata una ragazza di 26
anni
VARESE – Per liberarsi del
malocchio bisognava seguire riti precisi, ma soprattutto pagare migliaia di
euro. Per la precisione 82mila, che una 26enne di buona famiglia ha consegnato a
due nomadi di 43 e 47 anni che si erano accreditate come esperte in
controfatture. La due rom si erano avvicinate alla 26enne con la scusa
dell’elemosina ma avendo capito la sua fragilità emotiva, le avevano fatto
credere di essere vittima di una maledizione ereditata dalla defunta nonna
materna che si sarebbe estinta solo con l’eliminazione della famiglia. A meno
dell’intervento della magia. Per convincerla hanno spaccato un uovo mostrando
che all’interno c’era un ciuffo di capelli. La truffa è andata avanti fino a
qualche giorno fa.
LIBERO (1/7/14) – MILANO
PAG.41
Nomadi a pranzo in
osteria: portate per 150 euro e poi la fuga in
auto
TREVISO – Prima hanno
mangiato a sbafo alla trattoria All’Alpino, poi con una mezza messinscena si
sono dileguati a bordo di un’auto senza pagare il conto di 150 euro. Ma alla
famiglia di nomadi, un uomo, due donne e 4 bambini, è andata male perchè i
titolari, sospettosi fin dall’inizio, hanno tirato giù il numero di targa
segnalandolo alla polizia che ha identificato i fuggitivi. Per adesso però sono
state denunciate soltanto le due donne. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/TREVISO/pranzo_a_sbafo_trattoria_all_amp_39_alpino_treviso_nomadi_conto_truffa/notizie/775079.shtml
Nomadi molesti in
piazza Marvelli, allontanati da Municipale e
carabinieri
RIMINI – Necessario
l’intervento congiunto di carabinieri e polizia Municipale per far sgombrare,
domenica pomeriggio, un bivacco di nomadi che si era installato in piazza
Marvelli a Rimini. Una ventina di zingari molesti che, con insistenza,
chiedevano la carità a turisti e fedeli che passavano. Le forze dell’ordine
hanno identificato 12 nomadi, tutti già noti, per poi allontanarli dalla piazza.
Mercoledì, 2 Luglio
2014
SPROFONDO
TRIVENETO
Braccia aperte e hotel al profugo, ma
lui si mette a spacciare droga
FELTRE (Belluno) –  Era
arrivato nel maggio del 2011 a Feltre dalla Libia, con altri profughi, il 32enne
liberiano che al Tribunale di Belluno è finito a processo per droga. Da allora
era stato ospitato in strutture di coop benefiche, per lui era stata fatta anche
una raccolta fondi (visto che nel 2013 era scaduta la convenzione con la
Prefettura), e aveva vissuto con altri profughi in hotel in via Rizzarda.
Proprio in quell’albergo nel maggio del 2013 i carabinieri, che lo arrestarono,
trovarono 144 dosi di marijuna e il giovane profugo, vicino alle scuole con 4500
euro in tasca. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/BELLUNO/profughi_feltre_belluno_droga_albergo_carabinieri/notizie/777091.shtml
Borseggiano un’anziana
al mercato
TREVISO – Per furto aggravato
in concorso due donne, bulgare, senza fissa dimora  di cui una in gravidanza.
Una donna, 90enne.
Ruba 24 confezioni di
caffè al market per 350 euro: scoperto, arrestato
LOMBARDIA
INFELIX
In cella per droga il pirata della
tangenziale
MILANO – Il marocchino Echarj Abdelaziz, alias Aziz, 24 anni.
Eroina.
CORRIERE DELLA SERA (2/7/14) – MILANO PAG.7
Arrestato lo scippatore seriale del centro
storico
BRESCIA – In manette un giovane magrebino che solo nella
giornata di domenica avrebbe rapinato tre donne. http://www.bresciatoday.it/cronaca/scippi-brescia-arrestato-magrebino.html
Operazione antiprostituzione: eseguiti 47 provvedimenti
di custodia
BERGAMO – 47 provvedimenti cautelari nei confronti degli
appartenenti a cinque gruppi criminali composti da soggetti di etnia rumena,
albanese ed italiana dediti al favoreggiamento ed allo sfruttamento della
prostituzione di giovani donne rumene ed albanesi. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Luglio/20140702_102000.htm
Moschea abusiva a Cinisello, islamici
denunciati
CINISELLO BALSAMO (Milano) – Abusiva. Esattamente come due
anni fa in via Fleming. http://www.ilgiorno.it/sesto/moschea-abusiva-a-cinisello-islamici-denunciati-1.8224
Nuove moschee, entro la fine del Ramadan le aree da
mettere a bando
MILANO – Entro la fine del mese sacro per i musulmani, la
Giunta Pisapia annuncerà i dettagli sulle aree comunali da mettere a bando.
Palazzo Marino punta a sciogliere il nodo moschea mettendo a disposizione aree
pubbliche.  http://www.ilgiorno.it/milano/nuove-moschee-entro-la-fine-del-ramadan-le-aree-da-mettere-a-bando-1.4928
Vaga in città da dieci giorni: “Io, cacciato dal
dormitorio per far posto ai profughi”
MILANO – “Chiedo solo un posto per dormire”. Antonio Di
Salvo, 56 anni, vaga come un’anima in pena per la città da 10 giorni. Si
trascina reggendosi su una stampella (“ho subìto un’operazione all’anca tre mesi
fa”). Dormiva in un centro d’accoglienza di viale Isonzo. “Poi, di punto in
bianco, mi hanno mandato via, insieme ad altri, per far posto ai profughi
eritrei. Era il 21 giugno”.
PADANIA WILD WEST
Botte a figlia che si
trucca, assolto
AOSTA – Accusato di aver
picchiato, anche con un bastone, la figlia adolescente e il figlio più piccolo,
un indiano quarantenne residente in Valle d’Aosta è stato assolto perché “il
fatto non sussiste”. http://www.ansa.it/valledaosta/notizie/2014/07/01/botte-a-figlia-che-si-trucca-assolto_f7b5a99b-9875-42c4-9a4b-bb7549111874.html
Sgominata banda di
ladri appartamenti: in manette 44 persone
NOVARA – Quarantaquattro le
persone arrestate, in prevalenza di etnia georgiana, appartenenti alla
cosiddetta “mafia russa” da tempo operante soprattutto nel nord Italia.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Luglio/20140702_121000.htm
Pusher ucciso a Torino,
nuovo arresto
TORINO – C’è un nuovo arresto
per l’omicidio del pusher gabonese Moussa Seck, ucciso in strada a colpi di
pistola lo scorso maggio a Torino. La polizia ha arrestato un albanese in
provincia di Teramo. http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2014/07/02/pusher-ucciso-a-torino-nuovo-arresto_f985bce1-c3e6-435b-8546-ef0ba81b6e56.html
Coca e “squillo” –
Arrestati sei albanesi
GENOVA – In carcere l’ex
patron del Nadamas.  in arresto altri sei albanesi, accusati a vario titolo di
spaccio di cocaina, riciclaggio, tentata estorsione, lesioni personali gravi con
l’aggravate dell’uso di armi, detenzione e porto illegale di armi comuni da
sparo, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.
IL SECOLO XIX (2/7/14) –
GENOVA PAG.18
Arresti delle
Volanti
SAVONA – Tatti in arresto tre
cittadini eritrei, con l’accusa di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale in
concorso.  http://questure.poliziadistato.it/Savona/articolo-6-579-68708-1.htm
Blitz polizia in vie a
luci rosse
EMILIA
PARANOICA
Truffa clienti via web mentre è ai domiciliari,
denunciato
BOLOGNA – Le due vittime, 24enne senegalese e 23enne
peruviano. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=572864
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”
Nei guai è finito un
nomade già noto alle forte dell’ordine, P.B., di 32 anni, che è stato denunciato
per truffa.
PIOMBINO DESE (Padova) – A
portare alla luce la vicenda è stato un vivaista di Cittadella il quale piantato
piante ornamentali e di siepi nel giardino del nomade. I carabinieri a casa di
un nomade dopo la denuncia di un vivaista Sradicate le piante mai pagate Si è
comprato una casa con giardino, poi ha chiamato tanti artigiani per
sistemarla.
IL GAZZETTINO (2/7/14) –
PADOVA PAG.17
Si masturba al parco
spiando una donna distesa a prendere il sole
CREMONA – Si masturba al
parco spiando una donna distesa a prendere il sole. Un nomade di 58 anni,
residente a Borgo San Giacomo, comune della Bassa bresciana, è stato fermato al
“Parco al Po” di Cremona da due agenti impegnati in un controllo nella zona
della Colonie Padane. Già diverse pattuglie erano andate alla ricerca
dell’esibizionista, a seguito di diverse segnalazioni arrivate negli ultimi
giorni .
Donna contesa al campo
nomadi – Maxi rissa tra famiglie «nemiche»
VIGONZA (Padova) –  Quasi
impossibile chiarire chi sia stato a dare il la alla lite, ciò che è certo è che
una delle donna di quel campo nomadi (dove vivono le famiglie Casalgrande e
Argentini) si sarebbe intrattenuta con un componente delle famiglie.
CORRIERE DEL VENETO (2/7/14)
– PADOVA PAG.9

Giovedì, 3 Luglio
2014

SPROFONDO
TRIVENETO
Picchia la moglie e
sferra un pugno in pancia alla figlioletta di 5
anni
LÌMENA (Padova) – Non.  solo
ha picchiato la moglie procurandole una ferita ad un braccio, ma ha riservato lo
stesso trattamento anche alla figlioletta di cinque anni che ha ricevuto dal
papà un pugno nello stomaco finendo all’ospedale. E il tutto durante una lite in
famiglia di origine nigeriana. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/lite_famiglie_pugno_figlia_5_anni_limena_padre_violento_maltrattamenti_padova/notizie/778789.shtml
Picchia la moglie e la
figlioletta perché non indossano il velo
PADOVA – Picchiava e umiliava
la moglie e la figlia quattordicenne perchè rifiutavano di indossare il velo. Un
operaio marocchino di 46 anni, residente a Padova, è finito agli arresti
domiciliari con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. La 14enne, finita al
pronto soccorso dopo l’ennesimo pestaggio da parte del padre. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/picchia_moglie_velo_padova_marocchino/notizie/777234.shtml
Rumeno bloccato dai
carabinieri
TRIESTE – Decreto di
allontanamento per motivi di pubblica sicurezza.
IL PICCOLO (3/7/14) – TRIESTE
PAG.23
Furto, fuga e
inseguimento: speronati e presi dai carabinieri
VEDELAGO (Treviso) – Due
cittadini stranieri: Z.S. di nazionalità ivoriana e S.B. del Burkina Faso. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/TREVISO/vedelago_furto_fuga_speronamento_cattura/notizie/778884.shtml
Sequestro centinaia
prodotti a immigrati
VENEZIA- I carabinieri hanno
sequestrato a Venezia centinaia di prodotti venduti da ambulanti immigrati
abusivi.  http://www.ansa.it/veneto/notizie/2014/07/03/sequestro-centinaia-prodotti-a-immigrati_6226fdbc-2020-4f4b-9e3e-ad608dd4fcdc.html
Cercansi alloggi per
gli immigrati: lo Stato paga 30 euro al giorno
BELLUNO – È di nuovo allarme
sbarchi in provincia di Belluno. Si cercano infatti strutture in grado di
ospitare i cittadini stranieri e soggetti disposti a prenderli in gestione
assicurando loro vitto, alloggio, servizi di assistenza sanitaria e
amministrativa per un corrispettivo giornaliero di 30 euro a ospite. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/BELLUNO/belluno_ricerca_alloggi_immigrati_30_euro_giorno/notizie/778802.shtml
 
LOMBARDIA
INFELIX
Ladro giù dal tetto – «Agenti,
aiutatemi»
RHO (Milano) – Sorpreso a rubare per strada, è stato
inseguito dai poliziotti. Ma una volta finito sul tetto di un box, si è ferito
nel cercare di saltare e ha chiesto aiuto proprio agli agenti per poter
scendere. Arrestato (dopo le cure in ospedale) J. M., un 32 enne di origini
bosniache, con l’accusa di tentato furto.
CORRIERE DELLA SERA (3/7/14) – MILANO PAG.8
In manette banditi – Incastrati
dall’iPhone
MERATE (Lecco) – arrestati Antonio Bruni, 21 anni, e i
moldavi Denis David, 23 anni e Victor Gistemulte, 20 anni. L’altra notte i tre
avevano teso un agguato al giovane.
CORRIERE DELLA SERA (3/7/14) – LOMBARDIA
PAG.13
Bloccato da due rumeni e derubato del carico
MILANO – Camionista bendato, legato e
rapinato.
IL GIORNALE (3/7/14) – MILANO PAG.8
Razziano i vestiti – Tre arresti
CINISELLO BALSAMO (Milano) – Due uomini di 34 e 24 anni e una
donna di 32, tutti marocchini
CORRIERE DELLA SERA (3/7/14) – MILANO PAG.8
Finte cittadinanze europee per una nuova carta
d’identità: scoperti stranieri con documenti falsi
MILANO – Si spacciavano per cittadini di stati europei per
ottenere carte di identità italiane autentiche e ripulire così il proprio
passato. Arrestato un serbo con mandato di cattura e denunciato un russo.
Senza un letto per i profughi, ora tutti vogliono
aiutarlo: “Ma non l’abbiamo cacciato”
MILANO – Ha creato scalpore la storia di Antonio Di Salvo,
56enne, clochard, che martedì mattina si è presentato in questura chiedendo un
posto per dormire. Fino allo scorso 21 giugno era ospite presso il dormitorio di
viale Isonzo. «Poi mi hanno mandato via per accogliere i profughi eritrei», ha
raccontato ieri sul Giorno. Una frase che ha scatenato aspre critiche,
soprattutto da parte di chi si occupa di accogliere i disperati, stranieri o
italiani che siano. «C’è stato un fraintendimento – spiega un’assistente sociale
della Fondazione Fratelli di San Francesco, che gestisce il centro di viale
Isonzo”.
PADANIA WILD WEST
Spaccio e risse in
Barriera, in Comune arrivano 1000 firme di
protesta
TORINO – L’ora della rivolta
è ufficialmente scoccata. Sono più di mille le firme raccolte con l’obiettivo di
ottenere in Barriera di Milano un presidio interforze contro il problema dello
spaccio.  I cittadini che vivono nel triangolo terribile
Montanaro-Chatillon-Palestrina denunciano anni e anni di convivenza forzata con
gli spacciatori, pronti a tutto pur di vendere una dose. Anche a ragazzini.
EMILIA
PARANOICA
Borgo Panigale, lite degenera: con una mazza da
baseball spacca la testa a due uomini
BOLOGNA – Il soggetto, un cittadino brasiliano di 33 anni,
residente a Bologna, al momento nullafacente, è stato denunciato per porto di
armi od oggetti atti ad offendere e lesioni personali. Si tratta dell’ennesima
denuncia ricevuta dall’uomo, gravato da precedenti di polizia per reati
specifici e contro il patrimonio. Le vittime, sono state trasportate al Pronto
Soccorso dell’Ospedale Maggiore per medicare le ferite riportate alla testa. http://www.bolognatoday.it/cronaca/borgo-panigale-lite-degenera-con-una-mazza-da-baseball-spacca-la-testa-a-due-uomini.html
“Vai troppo piano”, e lo insegue in auto con un
cacciavite. Denunciato
PIACENZA – A dare in escandescenze un 42enne di nazionalità
marocchina. Sceso dalla macchina, il 42enne ha aggredito verbalmente il giovane
piacentino brandendo un cacciavite e colpendo con violenti calci il cofano.  http://www.piacenzasera.it/piacenza/-vai-troppo-piano-insegue-auto-cacciavite-denunciato.jspurl?IdC=1093&IdS=1093&tipo_padre=0&tipo_cliccato=0&id_prodotto=49392&css=homepage.css&com=c
Arrestate due persone per
spaccio
BOLOGNA – Arrestati due tunisini di 23 e 34 anni, senza fissa
dimora.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Luglio/20140702_193000.htm
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”
Assalto nella villetta
al mare. Pugni e calci per soli 60 euro
COMACCHIO (Ferrara) – Una
serata da sogno in una villetta in riva al Lide delle Nazioni al mare si è
trasformata in un incubo. E tutto per poche decine di euro. Protagonista della
vicenda, è stata una giovane coppia. Decisi ad andare fino in fondo i banditi li
hanno immobilizzati e colpiti con violenza, uno dopo l’altro. Calci e pugni che
sono costati alla giovane diverse fratture. i carabinieri sono riusciti ad
arrestare tre persone. In carcere sono finiti due nomadi, un 21 enne e un
30enne, residenti. In manette anche un 17enne, sempre della zona, accompagnato
al carcere minorile di Bologna. L’autista invece, un marocchino di 18 anni
(l’unico a non essere entrato in casa), è stato denunciato. http://www.ilrestodelcarlino.it/ferrara/lido-nazioni-rapina-villa-1.11569
Ruba cosmetici al
supermercato e minaccia i dipendenti con una
roncola
RIMINI – Quando si è visto
scoperto, mentre cercava di nascondere alcuni cosmetici nelle tasche e scappare
senza pagare, un nomade non ha esitato ad estrarre un coltello e a minacciare il
dipendente del supermercato. http://www.riminitoday.it/cronaca/ruba-cosmetici-al-supermercato-e-minaccia-i-dipendenti-con-una-roncola.html
Furti in casa,
arrestati tre nomadi
Bologna – Hanno scavalcato il
cancello esterno di una casa in via Normandia, all’estrema periferia ovest di
Bologna, e sono entrati nel cortile. I ladri, tre nomadi di 15, 16 e 24 anni,
sono stati presi. Il piu’ piccolo del gruppo, per evitare di lasciare le
impronte digitali, indossava i calzini al posto dei guanti.
Inseguono il ladro in
bicicletta e lo fanno arrestare
PONTENURE (Piacenza) –
Tentano due furti nel giro di pochi minuti ma sono inseguiti dai cittadini e uno
di loro viene arrestato. Le manette sono scattate ai polsi di un nomade di
20anni. I due, secondo gli investigatori, sarebbero responsabili anche di un
secondo tentato furto avvenuto pochi minuti prima. http://www.piacenzasera.it/provincia/pontenure-inseguono-ladro-bicicletta-fanno-arrestare.jspurl?IdC=1093&IdS=1093&tipo_padre=0&tipo_cliccato=0&id_prodotto=49442&tipo=0&css=homepage.css&com=c
Ladri di catenine –
Due donne rapinate in un quarto d’ora
MILANO – Due donne di 89 e 66
anni, sono state derubate ieri nel giro di un quarto d’ora della catenina d’oro,
mentre rientravano nelle rispettive abitazioni. La più anziana è stata aggredita
da un giovane che l’ha sorpresa alle spalle. Invece due giovani zingari tra i 20
e i 30 anni, sono piombati sulla seconda vittima, una donna stava rientrando a
casa in via Palizzi, dove periodicamente si accampata piccole colonie di
zingari.
Picchiati dai figli
della zingara
PADOVA – Attendevano fuori
dal supermercato pronti a favorire la fuga della madre.
IL GAZZETTINO (2/7/14) –
PADOVA PAG.10
Rom vicini alla scuola
calcio. E i bambini non giocano più
MILANO – Un gruppo di
roulotte nel posteggio accanto al campo. Furti e risse continue, i genitori
pronti a ritirare i figli.
IL GIORNALE (3/7/14) – MILANO
PAG.8
Derubano anziani –
Bloccati giostrai
PARABIAGO (Milano)  – Due
italiani, di 50 e 60 anni, giostrai, hanno rubato 750 euro in contanti e vari
monili d’oro in una casa abitata da una coppia di anziani. Mentre uno dei due li
distraeva, l’altro metteva a soqquadro la casa,  arraffando il più possibile.
CORRIERE DELLA SERA (3/7/14)
– MILANO PAG.8
Il cliente di un hotel
ha raccontato di essersi svegliato e di avere trovato uno ‘zingaro’ in camera:
ha urlato e quello è scappato
RIMINI – Da settimane
famiglie di nomadi si sono ‘trasferite’ per rifornirsi di acqua.
IL RESTO DEL CARLINO
(3/7/14) – RIMINI PAG.41
“Pd vergognoso, dosi
vada a fare il sindaco solo del campo nomadi”
PIACENZA – La Lega Nord
all’attacco del Sindaco Paolo Dosi: “Allucinante stanziare 202mila euro per i
nomadi e togliere gli assegni di cura per gli anziani non autosufficienti”.
“Sarà presto presentato dai nostri rappresentanti un progetto di legge,
supportato da migliaia di firme dei cittadini, per la chiusura totale dei campi
nomadi. Inoltre è ancora più grave ed inaccettabile il fatto che, proprio negli
stessi giorni, vengano cancellati gli assegni di cura per gli anziani non
autosufficienti definiti “meno gravi”, i quali sono quelli della “Fascia C –
gravità media”. Praticamente sono stati tolti soldi ai nostri anziani in
difficoltà, mentre per i nomadi si trovano sempre. L’assessore Cugini la
definisce “una scelta dolorosa ma imposta dai tagli”. I tagli a questo fondo
sono stati di  300mila euro: destinando i 202mila euro stanziati per i nomadi si
recupererebbero già i 2/3 del totale.  Dal nostro punto di vista il sindaco
Dosi, dopo questa trovata, dovrebbe fare le valigie e andare a fare il primo
cittadino solamente all’interno del campo nomadi.
UFFICIO STAMPA LEGA NORD
PIACENZA

Venerdì, 4 Luglio
2014

SPROFONDO
TRIVENETO
 
Accoltella l’amico in
casa e scappa
UDINE – Scoppia una lite tra
due nigeriani, spunta un coltello e uno dei due è colpito da un fendente.
http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca
 
Furti negli
appartamenti, i carabinieri fermano due bambini di 12
anni
PORTO VIRO (Rovigo) –
Sarebbero due dodicenni provenienti dalla ex Jugoslavia gli autori di alcuni
furti in appartamenti, in Italia senza fissa dimora.  http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/ROVIGO/bambini_12_anni_furti_appartamento_porto_viro/notizie/780688.shtml
 
«Ho creduto di morire»
Carmen è sotto shock
CONEGLIANO 8treviso) – . «Ho
creduto di morire soffocata», ha detto Carmen Dorigo, l’ottantenne aggredita
lunedì pomeriggio nel suo appartamento. Altri residenti dall’altra parte della
strada hanno invece avvistato una Golf scura con targa rumena aggirarsi tra i
posteggi. La caccia alla banda è aperta. http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2014/07/02/news/ho-creduto-di-morire-carmen-e-sotto-shock-1.9529603
 
Occupano edifici
comunali; sgomberati dalla polizia municipale
VENEZIA – MESTRE: Due
ucraini, irregolari sul territorio e con numerose denunce per porto d’armi,
furti con destrezza e possesso di documenti falsi, sono stati espulsi dal
territorio nazionale. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/VENEZIA/sgombero_pulizia_municipale_mestre_villa_erizzo/notizie/779137.shtml
In bici contromano su
Autobrennero
 
Profughi: minacce ai
volontari
UDINE – Insulti alla Croce
Rossa. Tendopoli di Palmanova presidiata dai carabinieri.
MESSAGGERO VENETO (4/7/14) –
PAG.1
In arrivo altri 800
migranti
VENEZIA – Saranno in Veneto
entro la fine dell’estate. Bandi di gara rivolti ad associazioni e
albergatori.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(4/7/14) – PAG.1
LOMBARDIA
INFELIX
Furti di auto, due uomini in
cella
MILANO – Un cubano di 27 anni. Un 19enne ecuadoriano.
IL GIORNALE (4/7/14) – MILANO PAG.13
Rubavano soldi e droga a immigrati: condannati tre
agenti Polfer
MILANO – Pene da 6 anni e sei mesi fino a 12 anni e 8 mesi
per tre agenti della Polfer che secondo l’accusa avrebbero effettuato una serie
di blitz fuori dalle regole per sottrarre droga e denaro a piccoli spacciatori e
immigrati.  http://www.ilgiorno.it/milano/agenti-polfer-condannati-droga-1.15919
Emergenza profughi: il cardinale ci aiuti con oratori e
chiese
MILANO – L’appello dell’assessore Majorino dopo gli ultimi
arrivi.
LA REPUBBLICA DI MILANO (4/7/14) – PAG.1
Emergenza profughi nel Sud Milano, tra solidarietà e
barricate leghiste
PIEVE EMANUELE (Milano) – Ancora profughi nel Sud Milano. Ne
sono bastati una cinquantina, ospiti a Pieve, per provocare una forte polemica
che ha coinvolto varie amministrazioni della zona.
PADANIA WILD WEST
29enne marocchino
aggredisce con un coltello un carabiniere
NOLI (Savona) – Lo scontro
partito da una lite per motivi economici con la datrice di lavoro è finita in
rissa. Il giovane straniero è stato arrestato.
Carne halal in scuole
Sarzana,è polemica
SARZANA (La Spezia) –  Nelle
mense scolastiche di Sarzana ai bambini musulmani viene servita carne halal,
ovvero consentita secondo la legge islamica, e scoppia la polemica.
Migranti in arrivo: la
Prefettura cerca strutture di accoglienza
NOVARA – Indetta una
procedura di gara per individuare uno o più operatori economici ai quali
affidare il servizio di prima accoglienza di cittadini stranieri richiedenti
protezione internazionale. Secondo il bando, il prezzo dei servizi, tenuto conto
di quanto disposto dal Ministero dell’Interno, non potrà essere superiore a 35
euro (oltre Iva) pro capite. L’importo complessivo presunto dell’appalto viene
stimato in 350mila euro.  http://www.novaratoday.it/cronaca/prefettura-novara-cerca-strutture-accoglienza-profughi.html
EMILIA
PARANOICA
S’invaghisce di una 30enne e la tormenta per telefono
COREGGIO (Reggio Emilia) – Lei è una bellissima trentenne
dell’Est europeo, lui un operaio pakistano (Tanveer Hayat) di dieci anni più
vecchio.
Droga: presa coppia con 140.000 euro
contanti
MODENA –  8 chili e mezzo di marijuana, 40 grammi di cocaina
e 140.000 euro in contanti. Albanese di 32 anni e della moglie, sua
connazionale, altri due albanesi. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=573290
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”
Arrestati tre giovani
nomadi per furto
BOLOGNA – I ladri, tre
giovani di 15, 16 e 24 anni, domiciliati in un campo nomadi di Bologna, sono
stati presi.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Luglio/20140703_154500.htm
Nomade tenta di
introdursi in un’abitazione: convalidato l’arresto
CARCARE (Savona) – Arrestato
convalidato con sospensione condizionale della pena per la giovane croata, S.D.,
che ieri ha tentato di introdursi insieme ad un ragazzo minorenne in un
appartamento di Carcare.  I due nomadi avevano tentato di forzare la porta,
usando un grosso cacciavite, quando la proprietaria, che in quel momento si
trovava all’interno della casa, li aveva messi in fuga urlando.
Fu accoltellato
sull’argine: comboniano indagato
 PADOVA – E’ accusato di
false dichiarazioni e favoreggiamento. Si sospetta che avesse rapporti stretti
con due zingare. E dalla cassa del convento sono sparite diverse migliaia di
euro. Mario Citterio, 58 anni, originario della provincia di Como, padre
comboniano, è stato indagato dagli investigatori della Squadra mobile di Padova
sei mesi dopo l’accoltellamento.
I 5 milioni non bastano
più, servono altri soldi per sgomberare 1400 nomadi
abusivi
TORINO – Emergenza rom senza
fine. I soldi arrivati da Roma basterebbero soltanto per una parte dei campi
della città. Fuori gioco gli insediamenti abusivi di via Germagnano e
Aeroporto.

Sabato, Domenica, Lunedì 5,
6, 7 Luglio 2014

SPROFONDO
TRIVENETO
La moglie partorisce
con l’ostetrico: musulmano scatena il caos in
corsia
CONEGLIANO (Treviso) –
L’ostetrico uomo, un marito intransigente e una donna in travaglio. Sono gli
ingredienti di una serata ad alta tensione all’ospedale di Conegliano dove il
marito della donna, un macedone di religione musulmana, quando si è accorto che
ad assistere la moglie era un ostetrico, si è opposto con veemenza. E nessuno è
riuscito a fargli cambiare idea, al punto che sono stati chiamati perfino i
carabinieri. Sono stati proprio gli uomini dell’Arma a riportarlo, volente o
nolente, alla ragione. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/TREVISO/parto_ostetrico_musulmano_carabinieri_caos_ospedale_conegliano/notizie/782443.shtml
Arancia meccanica a
Scorzè – Picchia e sequestra l’ex fidanzata
SCORZÈ (Venezia) – Albanese
arrestato, lei in ospedale. Secondo caso in due giorni.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE
(6/7/14) – PAG.1
Lucciola massacrata di botte: ritrovata nuda con il
viso spappolato
VENEZIA – MESTRE: Una 24enne albanese colpita ripetutamente
al volto: è sotto choc in ospedale. Era sotto la tangenziale.  http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/VENEZIA/prostituta_massacrata_mestre_albanese/notizie/782448.shtml
Poliziotti aggrediti da due rumeni
ubriachi
VENEZIA – MESTRE: Piazzale Donatori di Sangue, la volante è
intervenuta perché la coppia di stranieri molestava i passanti.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE (7/7/14) – PAG.14
Finanzieri aggrediti dai venditori
abusivi
VENEZIA – Le forze dell’ordine stavano sequestrando la merce
taroccata in Riva degli Schiavoni ma gli stranieri si sono ribellati.
LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE (7/7/14) – PAG.14
Vende asciugamani a 8 euro invece che a 10: aggredito
dai “concorrenti”
JESOLO (Venezia) – Vittima e carnefici sono tutti originari
del Marocco, compreso il fratello del primo che era poi accorso per cercare di
dividere i contendenti. Tutto questo davanti ai turisti atterriti, qualcuno dei
quali ha chiamato le forze dell’ordine. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/VENEZIA/jesolo_marocchino_aggredito_sconto_asciugamani/notizie/782231.shtml
Spacciatore arrestato in piazza Mazzini a
Jesolo
JESOLO (Venezia) – Un 23enne tunisino con diciotto dosi di
marijuana da spacciare sul litorale. Espulso. http://www.veneziatoday.it/cronaca/spacciatore-arrestato-marijuana-jesolo-piazza-mazzini.html
Arrestato spacciatore tunisino: in tasca 500 euro e
gioielli rubati
Segnalato un cittadino ceco in possesso di sostanza
stupefacente
TRIESTE – M.M., nato nel 1977.
 
Scoperti mentre rubano: reagiscono
male
TRIESTE – Due rumeni (M.B. e M.G.), uno di trentotto anni e
l’altro di cinquantatré.
IL PICCOLO (7/7/14) – PAG.18
 
Ladro arrestato in gioielleria
GRADO (Gorizia) –  Protagonista del fatto di cronaca un
bosniaco di 57 anni.
MESSAGGERO VENETO (7/7/4) – PAG.19
 
Profughi, nuova ondata in Veneto – Entro l’estate
saranno duemila
VENEZIA – Intanto 780 si sommano agli attuali. Comuni saturi,
salgono i rimborsi, 35 euro a migrante.
CORRIERE DEL VENETO (5/7/14) – PAG.1
 
Palmanova, arrivati i profughi
PALMANOVA (Udine) – Oltre cento sbarcati a Ronchi con donne e
bambini. Molti i siriani.
MESSAGGERO VENETO (5/7/14) – PAG.1
Fermato un furgone con
a bordo un carico di clandestini
TARVISIO (Udine) – Il gruppo
di persone era trasportati in condizioni disumane. Fermati e arrestati i quattro
passeur, tutti di nazionalità ungherese, tra cui padre e figlio.
Immigrazione: Divina,
rischio terrorismo
TRENTO – “C’è il rischio di
una vera e propria emergenza terrorismo, con l’arrivo di centinaia di persone
sulle coste italiane in fuga da paesi come l’Iraq e la Siria, pianificata,
organizzata e ‘pagata’ dall’Isis. Non ci sono solo cittadini in cerca di
protezione, ci sono criminali ‘allevati’ e infiltrati da organizzazioni
terroristiche come il nuovo esercito sunnita che sfrutta l’immigrazione per
infiltrare suoi agenti in Italia e in Europa”: E’ l’allarme lanciato dal
senatore Sergio Divina (Lega Nord).
False assunzioni di
stranieri: 25 a processo
TRIESTE – L’inchiesta per
favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e falso: rinviati a giudizio in 8,
abbreviato per 17.
IL PICCOLO (6/7/14) – TRIESTE
PAG.27
LOMBARDIA
INFELIX
Litigio per un pagamento. Uccide connazionale e
scappa
BRONI (Pavia) – Ricerche di Sokol Miza, albanese di 25 anni,
accusato di aver ucciso con una coltellata al petto il connazionale Novi
Kacorri, 23 anni. La lite in un palazzo di Piazza italia, soprannominato
“condominio Tirana” perché abitato da molti albanesi, sarebbe nata per motivi
economici.
CORRIERE DELLA SERA (6/7/14) – LOMBARDIA
PAG.13
 
Ammazzò a colpi di forbice – Blitz e arresto al
Niguarda
MILANO – L’uomo si chiama Erdal Kaplan, ha 47 anni e viene
dalla Turchia.
IL GIORNALE (7/7/14) – MILANO PAG.8
 
Presa la badante ladra.
CREMONA – Una romena di 45 anni.
Vendevano cocaina a minorenni
MILANO – Arrestato un marocchino di 26 anni, pregiudicato,
mentre rifilava cocaina a due 14enni. In tasca il magrebino aveva 25 grammi tra
eroina e cocaina e 350 euro in contanti. Un secondo marocchino di 52 anni è
stato
IL CORRIERE DELLA SERA (5/7/14) – MILANO PAG.7
Manager innamorato di una prostituta diventa il suo
incubo
MILANO – Sarina, la graziosa prostituta romena di 27 anni di
cui lui, 40enne, si era invaghito. Dopo aver imbastito una vera relazione, è
stata costretta a denunciarlo due volte, ma prima lui è riuscito a tagliuzzarle
braccia e schiena per il suo divertimento sadico.
IL GIORNALE (6/7/14) – MILANO PAG.8
 
Aggrediscono donna e le rubano borsa, 2
arresti
MILANO – Un marocchino e un tunisino, entrambi pregiudicati
sono stati arrestati per furto e resistenza a pubblico ufficiale.
 
Rissa a colpi di bottiglia
SESTO SAN GIOVANNI (Milano) – Rissa tra stranieri
sudamericani.
IL CORRIERE DELLA SERA (7/7/14) – MILANO PAG.7
 
Ingegneri bulgari clonavano carte di
credito
MILANO – Appartengono a una grossa
organizzazione
IL GIORNALE (5/7/14) – MILANO PAG.8
Emergenza profughi, direttore Caritas: “Aprire le
chiese non è la soluzione”
MILANO – Don Roberto Davanzo ha poi annunciato l’apertura di
una nuova struttura da 100 posti a Magenta e rintuzzato le polemiche: “Aprire le
chiese è un appello retorico che non porterebbe nessun beneficio ai profughi”.
http://www.ilgiorno.it/milano/emergenza-profughi-caritas-1.16424
PADANIA WILD WEST
Aggredisce la moglie
durante una lite – E le spacca una padella in
testa
BOLANO (La Spezia) – Lei è
finita in ospedale, dopo che lui l’ha picchiata selvaggiamente e le ha spaccato
una padella in testa. Le grida erano più forti, anche quelle dei due bambini di
4 e 6 anni, e i rumori erano allarmanti. Sembra fosse particolarmente nervoso
per via dell’inizio del Ramadan (entrambi i coniugi sono nordafricani di
religione musulmana). http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_italiana/2014/07/04/aggredisce_la_moglie_durante_una_lite_e_le_spacca_una_padella_in_testa-5-376043.html
Tenta di uccidere la
suocera per vendicarsi della moglie
GENOVA – Voleva i soldi,
pretendeva che la moglie gli desse il denaro. Non poteva sopportare un «no» come
risposta Jesus Adrian. Così ha deciso di aggredire non la coniuge, bensì la
suocera: una sorta di punizione folle, di ritorsione che ha rischiato però di
finire in tragedia. La donna è stata scaraventata sulle scale e ha riportato la
frattura di tre vertebre, oltre a un grave trauma alla testa. Lo straniero,
ecuadoriano di 36 anni, è stato rintracciato dai  carabinieri. Un gesto che
avrebbe potuto uccidere la sessantenne originaria della Calabria.
IL SECOLO XIX (6/7/14) –
GENOVA PAG.21
Profughi in fuga, sos
tubercolosi
LA SPEZIA – Il dubbio: erano
malati?
LA NAZIONE (6/7/14) – LA
SPEZIA PAG.1
Trascina ragazzo col
furgone, arrestato
GENOVA – Ha trascinato con il
proprio furgone un ragazzo perché gli aveva detto di non scaricare abusivamente
materiale di scarto. Un albanese di 28 anni è stato arrestato per tentato
omicidio.  http://www.ansa.it/liguria/notizie/2014/07/06/trascina-ragazzo-col-furgone-arrestato_fcf26f95-f05e-4908-bf17-5ef8f533b7ae.html
Rapina con coltello,
arrestato
Corso Italia: ubriaco e
sanguinante dice di essere stato aggredito
GENOVA – Un trentenne romeno.
Si cala in casa e cade,
morto a Torino
TORINO – Un sudamericano è
morto cadendo dal quinto piano di un palazzo. L’uomo si è fatto aprire il
portone della casa da alcuni condomini, è salito al quinto piano e ha cercato di
calarsi al quarto piano, nell’appartamento di una donna di 30 anni, in quel
momento fuori casa e non ancora rintracciata. I carabinieri indagano per capire
i motivi del gesto della vittima.
Telefoni cellulari
nella cella di due detenuti
TORINO – Nella cella di due
detenuti albanesi, nel carcere delle Vallette, la polizia penitenziaria ha
trovato, nel corso di una perquisizione, due telefoni cellulari.
LA STAMPA (7/7/14) – TORINO
PAG.45
Anticipò delitto,
accertamenti deboli – Motivazioni sentenza, scrittore assolto per mancanza di
indizi
TORINO – Nessuno degli indizi
raccolti dall’accusa dimostra che ad uccidere Anthonia Egbuna, la prostituta
nigeriana il cui delitto venne anticipato in un romanzo, sia stato Daniele
Ughetto Piampaschet. http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2014/07/04/anticipo-delitto-accertamenti-deboli_65d00f8c-5999-4956-bc17-84b9a6f03158.html
San Salvario, la
protezione contro i taccheggiatori arriva dai
pusher
TORINO – Un controllo che
esula dalle forze dell’ordine, che non viene offerto, ma esercitato a
prescindere e che, come afferma a malincuore il farmacista, risulta efficace. Ad
assicurare i negozianti, a San Salvario, ci pensano gli spacciatori. Niente
polizia, niente ladri. Il quadrilatero della movida è nelle mani di pochi,
intervenuti anche di fronte ai taccheggiatori che, ad inizio giugno, hanno
passato in rassegna tutti i negozi del quartiere. La denuncia, arriva dritta
dritta da un farmacista di San Salvario, vittima dei taccheggiatori. Dopo aver
segnalato l’episodio alla polizia ed essersi sentito dire “controlleremo”, il
farmacista è stato prontamente raggiunto da un spacciatore che, sentita la
discussione con la pattuglia, si è fatto tutore dell’ordine: “Ci pensiamo noi a
proteggervi”, ha affermato. E la conferma non tarda ad arrivare. Il giorno
seguente, lo stesso spacciatore si ripresenta dal farmacista, dicendogli che ha
parlato con i taccheggiatori e che non ha più nulla da temere. Ed, infatti, i
ladri non si fanno più vedere.  http://www.torinotoday.it/cronaca/controllo-spacciatori-san-salvario.html
EMILIA
PARANOICA
Violenta la figlia tredicenne, ‘smascherato’ dal
Dna
RIMINI- Ha violentato e messo incinta la figlia 13enne, ma è
stato ‘smascherato’ dalla prova del Dna. L’uomo, immigrato extracomunitario, è
stato arrestato in Scandinavia dopo un controllo stradale. La figlia aveva
cercato di depistare gli inquirenti riferendo che il ‘responsabile’ era un
compagno di scuola. http://bologna.repubblica.it/cronaca/2014/07/06/news/violenta_la_figlia_tredicenne_smascherato_dal_dna-90840391/
 
Trans accoltellato: caccia all’aggressore
PARMA – Un transessuale di 43 anni di origine peruviana è
stato accoltellato da un cliente. http://www.parmatoday.it/cronaca/trans-accoltellato-caccia-aggressore.html
Lite fra coinquilini degenera, uno finisce
accoltellato
BUSALLA (Genova) – Il ferito, originario dell’Egitto, è stato
ricoverato all’ospedale. http://www.genovatoday.it/cronaca/busalla-accoltellamento-arresto.html
Droga, in manette un “boss” dei pusher
BRESCELLO (Reggio Emilia) – Condanna a 10 anni di carcere un
35enne di origine albanese. http://gazzettadireggio.gelocal.it/cronaca/2014/07/05/news/droga-in-manette-un-boss-dei-pusher-1.9543610
Non c’è due senza tre: ancora una volta viene arrestato
per spaccio di droga
RAVENNA – Un tunisino di 40 anni.
“Notte Rosa”, furti e spaccio: 4 arresti.
RAVENNA – Furto messo a segno da due moldavi rispettivamente
di 32 e 37 anni. In arresto un algerino di 20 anni ed un romeno di 22 per
spaccio di marjiuana a due minorenni.
Notte rosa: arrestati due tunisini per
furto
Accuse, cortei e tafferugli: alta tensione tra gli
eritrei
BOLOGNA – Auto esce dal Parco Nord e ferisce un
manifestante.
CORRIERE DELLA SERA (6/7/14) – BOLOGNA PAG.5
Torna in Italia dopo essere stato espulso
PARMA – In manette 38enne del Kosovo
Simula un attentato a bordo. Allarme terrorismo a
Marconi
BOLOGNA – Marocchino minaccia di farsi
saltare.
CORRIERE DI BOLOGNA (6/7/14) – PAG.1
Lavoratori in nero nell’azienda tessile gestita da
cittadini cinesi
RIMINI – Individuati 6 lavoratori di nazionalità cinese
impiegati irregolarmente.  http://www.riminitoday.it/cronaca/rimini-lavoratori-in-nero-nell-azienda-tessile-gestita-da-cittadini-cinesi.html
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”
Nomade sorpresa a
rubare simula un’aggressione: denunciata
VICENZA – E’ stata sorpresa
in un giardino privato ed ha simulato un’aggressione. I carabinieri, però, non
ci sono cascati e l’hanno denunciata per violazione di domicilio e calunnia. La
protagonista della vicenda è un 37enne, nomade, proveniente da Pordenone, è
stata sorpresa da un cittadino all’interno del proprio giardino. La donna, a
quel punto, ha rotto gli occhiali che indossava e si è autoprocurata delle
lesioni. Nel frattempo, sono arrivati i carabinieri, ai quali ha denunciato la
sua versione dei fatti. Visti anche i precedenti, i militari non le hanno
creduto.  http://www.vicenzatoday.it/cronaca/vicenza-nomade-sopresa-a-rubare-simula-un-aggressione-denunciata.html
 
Ruba vestiti per
centinaia di euro, denunciata una donna
SAMARATE (Varese) – La
protagonista è una donna di 43 anni, nomade, domiciliata in un campo rom del
Milanese.  http://www3.varesenews.it/busto/ruba-vestiti-per-centinaia-di-euro-denunciata-una-donna-292311.html
Carabinieri in azione:
prese sei zingare.
LA SPEZIA – In riviera non si
contano ormai i turisti vittime della banda di ragazzine borseggi, la piaga
dell’estate. Dur delle denunciate, di 14 e 16 anni, erano prive dei documenti di
identità; sprovvista dei documenti anche D.B, di 25 anni, considerata il capetto
del gruppo di zingare.
IL SECOLO XIX (5/7/14) – LA
SPEZIA PAG.13
Per la nomade è in
arrivo una denuncia per violazione di domicilio
LA SPEZIA – La donna, una
57enne nomade da anni presente alla Spezia, ha preso di mira un’abitazione
situata al primo piano di una palazzina, abitata da una 65enne spezzina. Non
appena la 65enne è uscita di casa per controllare cosa fosse accaduto e
riavviare il contatore, la 57enne nomade si è intrufolata all’interno
dell’abitazione per cercare di arraffare qualcosa di valore.
LA NAZIONE (5/7/14) – LA
SPEZIA PAG.46
Gli inquirenti
ritengono che la tecnica venga utilizzata soprattutto da soggetti di etnia
sinti
LA SPEZIA – La posizione
della cinquantasettenne sinti è al vaglio dell’autorità giudiziaria che potrebbe
decidere di andare oltre a un deferimento per violazione di
domicilio.
IL SECOLO XIX  (5/7/14) – LA
SPEZIA PAG.13
Lotta con il ladro
sorpreso in casa È uscito dalla doccia e ha scoperto uno zingaro che voleva
rubare in casa sua
MONZA – “Erano zingari”
afferma il residente che è riuscito ad appuntare parzialmente la targa
dell’auto, poi comunicata ai carabinieri giunti sul posto per la denuncia “mi
hanno minacciato dicendomi che sarebbero tornati per tagliarmi la …”.
IL CITTADINO (5/7/14) –
BRIANZA SUD PAG.1_12
Regolamento di conti
tra nomadi con sparatoria in pieno giorno
SARCEDO (Vicenza) –
Sparatoria tra nomadi. Le testimonianze parlano di almeno tre auto e di uno
scooter, che sono arrivate allo scontro nella rotatoria tra via Europa ed
Asiago. Ne sarebbe conseguita una zuffa con il pestaggio di un uomo, poi la
pistola e gli spari.
Racket elemosine dei
barbanera a Mestre
VENEZIA – MESTRE: Racket
delle elemosine: il cieco mendica, barbanera riscuotono. Lievitano i casi in cui
sembra proprio ci sia uno sfruttamento da parte dei nomadi romeni di altri senza
fissa dimora. Il “pizzo” sia in centro storico che in terraferma.
 
A14 anni alla guida,
denunciata
MONTICHIARI (Brescia) – Una
ragazza di soli 14 anni alla guida, insieme ad un amico 13enne: fermati dalla
Polizia Locale, fingono di aver dimenticato a casa i documenti. Entrambi
risultano residenti al campo nomadi di Calcinato. http://www.bresciatoday.it/cronaca/montichiari-minorenne-auto-rom.html
Due buchi nella
ringhiera dell’ex Sabiem sono i varchi che danno accesso a una vera e propria
città nella città, quella di senzatetto e nomadi
IMOLA (Bologna) – Qui si sono
sistemati almeno una cinquantina di nomadi, incuranti del degrado, delle pessime
condizioni igieniche, delle montagne di rifiuti che si accumulano ovunque. Per
entrare nei vecchi edifici interni della Sabiem i nomadi hanno sfondato i muri,
creando dei piccoli ma utilissimi varchi.
IL RESTO DEL CARLINO (7/7/14)
– IMOLA PAG.39
Martedì, 8 Luglio
2014
SPROFONDO
TRIVENETO
«Jeans troppo
attillati» e picchia la moglie
UDINE – La polizia ha
arrestato un siriano per maltrattamenti in famiglia dopo una violenta lite. Dai
referti medici è emerso che la donna ha riportato escoriazioni al collo, alla
scapola e a un braccio, oltre a un’abrasione sulla coscia provocata da un
coltello che le era stato strofinato sulla carne a scopo intimidatorio.
http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2014/07/08/news/jeans-troppo-attillati-e-picchia-la-moglie-1.9560429
Abusivi accerchiano una
vigilessa e la mandano al pronto soccorso
JESOLO (Venezia) –
Accerchiano una donna. Prima che un’agente della polizia municipale. In tre
contro uno la spintonano e la costringono più tardi a ricorrere alle cure del
pronto soccorso. Un cittadino di nazionalità senegalese che aveva cercato di
sottrarsi all’identificazione. Anche con la violenza. Circondata da tre
connazionali del venditore, che hanno iniziato a mettere le mani addosso alla
donna.
Arrestati a Jesolo 2
stranieri per accoltellamento straniero
JESOLO (Venezia) –
Accoltellamento di un tunisino. Un altro immigrato Bayrem Oeurtatani era stato
fermato una settimana dopo l’aggressione. Cattura del secondo dei tre indagati.
Si tratta di un giovane di 29 anni, con numerosi alias, irregolare, già
arrestato per reati contro il patrimonio e stupefacenti. Il terzo arresto: un
tunisino, 27, con numerosi alias, già arrestato per reati contro il patrimonio e
per droga, irregolare.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=573936
Prosegue la lotta della
Polizia contro la microcriminalità a Padova
PADOVA – Sorpresi due
cittadini romeni mentre tentavano di rubare cavi di rame, già indagati pochi
giorni fa per la ricettazione di alcune biciclette appartenenti a turisti
stranieri. Condotte in carcere due cittadine nigeriane trovate in possesso di
marijuana occultata tra i propri effetti personali e negli indumenti intimi. http://questure.poliziadistato.it/Padova/articolo-6-393-68833-1.htm
Tentano di rubare un
autovelox: due fratelli arrestati in flagranza
ROVIGO – Due malviventi
stranieri. Arrestati i fratelli Abedin e Irfan Kastrati, rispettivamente di 31 e
22 anni. http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/ROVIGO/rovigo_velobox_fisso_rilevatore_furto_auto_slavi/notizie/787340.shtml
Denunciato un rumeno
per sfruttamento e favoreggiamento della
prostituzione
TRIESTE – Un cittadino
rumeno, C.S.A., nato nel 1990, già noto alle forze dell’ordine. http://questure.poliziadistato.it/Trieste/articolo-6-631-68850-1.htm
 
LOMBARDIA
INFELIX
Arrestato 25enne accusato di aver ucciso il vicino di
casa
BRONI (Pavia) – Arrestato a Gallarate (Varese) Miza Sokol, 25
anni, albanese, accusato di avere ucciso con una coltellata al petto Novi
Kacorri, 23 anni, suo connazionale e vicino di casa.  http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/News/NewsDetail.htm?NewsID=573871
Omicidio Leotta: ergastolo ai 3
lituani
NIBIONNO (Lecco)- Sono stati condannati al carcere a vita i
tre lituani che hanno ucciso Joele Leotta,il ventenne di Nibionno morto lo
scorso 20 ottobre in Inghilterra. Alexandras Zuravliovas è stato condannato al
carcere a vita con l’obbligo di scontare in prigione almeno 21 anni. Mentre per
gli altri due colpevoli, Linas Zidonas e Saulius Tamoliunas, l’obbligo di pena
detentiva è stato fissato a 20 anni. Il giudice Philip Statman ha sottolineato
che i condannati non hanno mai fatto emergere ”il minimo rimorso” negli 11
mesi di processo. ”Una morte in queste circostanze – ha aggiunto – oltraggia e
fa inorridire la coscienza collettiva della nostra comunità. Lascia le famiglie
distrutte”.
Forbiciata alla gola in pieno centro: omicidio sfiorato
in rissa tra indiani
BERGAMO – Un profondo taglio che dal labbro inferiore
arrivava a metà collo. Tentacinquenne di nazionalità indiana. Secondo le prime
testimonianze, potrebbe già essere stato identificato come uno degli stranieri
nullafacenti che trascorrono gran parte della giornata proprio lì. L’aggressore,
ricercato, dovrebbe essere un suo connazionale. http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/forbiciata-alla-gola-in-pieno-centro-omicidio-sfiorato-in-rissa-tra-indiani_1066528_11/
I ministri Ue in passerella nella città invasa dai
profughi
MILANO – Oggi il summit europeo sull’immigrazione, ma i
quartieri sono al collasso: 400 arrivi al giorno.
LIBERO (8/7/14) – MILANO PAG.41
Immigrazione: Pisapia, intervenga
Ue
MILANO РSulla questione dei rifugiati ӏ certo che a questo
punto è necessario un intervento normativo dell’Europa innanzitutto, ma anche
del Governo” ha detto il sindaco di Milano Pisapia. http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2014/07/07/immmigrazione-pisapia-intervenga-ue_9d6a1cb1-366f-4d54-ab5c-4fc1b58508c3.html
PADANIA WILD WEST
Sparatoria in Via
Torino, guardia giurata aggredita e percossa da un ubriaco
LA SPEZIA – Denunciato per
percosse un cittadino equadoregno.
Sorpreso con la
refurtiva di un furto. Sottoposto a fermo
GENOVA – Un cittadino
albanese di 21 anni.
Manomissione del
bancomat di piazza Adriano, arrestato in flagrante un
36enne
TORINO – Trentaseienne di
origini romene.
Polizia stradale lo
ferma sulla A26, romeno in manette
ALESSANDRIA – Un romeno di 32
anni, ricercato per la rapina in una gioielleria di Oslo da oltre 250 mila euro
in preziosi, è stato arrestato dalla polizia stradale ad Alessandria.
Azienda agricola con
lavoratori in nero
ALESSANDRIA – Un’azienda
agricola ha impiegato in modo irregolare 209 lavoratori, prevalentemente
stranieri con regolare permesso di soggiorno, di cui 19 totalmente in nero.
Tentano di entrare in
Italia ma sono ricercati
COURMAYEUR (Aosta) –
Arrestati due cittadini rumeni, il 25enne Bruma Sandrino  e il 21enne
Caldararun  Iancu  Ion, Ordine di cattura per diversi reati commessi in passato
quali furto, danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata.
Arriva il ramadan, a
Porta Palazzo riesplode l’incubo abusivi
TORINO – Gli irregolari si
possono trovare ogni giorno agli angoli delle strade. Nelle ceste hanno pane,
latte, menta e bibite. I comitati di zona chiedono controlli mirati all’igiene.
Altri profughi in
arrivo – Bardonecchia dice no “Li mandino a
Cortina”
TORINO – Il sindaco:
“Rigurgiti razzisti, non torniamo al Medioevo”. L’ex assessore Borsotti: “C’è il
rischio che portino malattie”.
LA REPUBBLICA (8/7/14) –
TORINO PAG.VIII
EMILIA
PARANOICA
Rubano dagli zainetti dei
bagnanti
RIVERGARO (Piacenza) – Due diciannovenni, un italiano
piacentino ed un marocchino, pregiudicato, rei confessi. http://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/ComunicatiStampa/2014/Luglio/20140708_124000.htm
Arrestato un cittadino straniero per evasione e
furto
REGGIO EMILIA – Sayari Houssem Eddine, tunisino 22enne, con
precedenti oltre che a Reggio Emilia anche nel Lazio, in Toscana e in Romagna.
Due arresti e due denunciati in
Stazione
BOLOGNA – Arrestati due cittadini marocchini, con precedenti
specifici. Denunciati due cittadini tunisini  con precedenti specifici.
DELLA
SERIE… “GLI ZINGARI NON RUBANO”
Truffa della collana,
arrestati 3 rom
MILANO – Non guardano in
faccia nessuno, anzi, la maggior parte delle volte, le loro vittime sono anziani
indifesi i quali vengono raggirati e, anche con violenza, derubati. Protagonisti
della vicenda sono 3 nomadi Florentina Miclescu, Elena Alexandru e Zabar
Constantin rispettivamente di 27, 34 e 33 anni provenienti, a loro detta, da un
campo rom milanese, arrivati da queste parti proprio per svolgere la loro
attività criminale a Pesaro. http://www.fanoinforma.it/Cronache/art40134/7_luglio_14/Fano_truffa_della_collana_arrestati_3_rom_davanti_all%92eni_di_via_mattei.html
Sinti in corteo contro
l’esproprio del campo nomadi
MANTOVA – Un centinaio di rom
e sinti, con striscioni e cori di protesta, hanno attraversato il centro
cittadino nel tentativo di bloccare le ordinanze di esproprio dei terreni del
Trincerone.  http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_luglio_07/mantova-sinti-corteo-contro-l-esproprio-campo-nomadi-c16b5a16-05f4-11e4-9ae2-2d514cff7f8f.shtml
Scatta l’allarme rom:
assalto ai treni estivi da Milano a Napoli
MILANO – La Polfer: per un
balordo che allontaniamo ne arrivano altri dieci. Scippi e aggressioni ai
turisti in aumento del 20%.  Ma se “il Giornale” lo denuncia viene accusato di
razzismo. Il racconto della nostra lettrice è in presa diretta: «Stazione
Termini di Roma. Salgo sul treno che deve portarmi a Venezia. È invaso dagli
zingari. Sono decine. Ci assediano, ci minacciano. Un signore coreano rifiuta di
farsi portare la valigia. Gli sputano in faccia. Interviene una dipendente delle
Fs. La minacciano morte. Chiamo il 113. Arrivano gli agenti della Polfer. Fuggi
fuggi generale. Negli uffici della polizia ferroviaria sono almeno 50 i rom in
stato di fermo. Ma i poliziotti allargano le braccia e mi dicono: “Domani
saranno tutti di nuovo liberi, a fare quello che facevano oggi…”». http://www.ilgiornale.it/news/interni/scatta-lallarme-rom-assalto-ai-treni-estivi-milano-napoli-1035489.html

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 9 =