CODICE DI COMPORTAMENTO A 5 STELLE CADENTI

Qualche anno fa un caro amico grillino, tra i primi ad essere accreditati ufficialmente sul blog del Movimento 5 Stelle, mi diceva che se un politico riceve un avviso di garanzia deve dimettersi, perché non è tollerabile nemmeno un sospetto su chi gestisce la cosa pubblica. Ora che il M5S ha una bella schiera di indagati hanno cambiato opinione, inventando un codice di comportamento (leggi qui) che prevede sanzioni solo dopo una condanna, un patteggiamento o la prescrizione. Dentro ad ogni cittadino c’è un potenziale politicante.

Per me non è in discussione il garantismo difronte ad un avviso di garanzia, soprattutto dopo le vicende che hanno ingiustamente infangato nostri esponenti leghisti, ma i due pesi e due misure usati da Grillo e dai suoi, che sono stati agguerriti giustizialisti fino a quando le inchieste non hanno riguardato i loro “cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − 5 =